Significato psicologico del Giallo

Un colore che divide perché eccentrico ma allo stesso tempo trascinante. Simbolo della luce e del sole, ma anche di rivalità e menzogna, orientiamoci tra le sfumature di giallo.

Psicologia colore giallo

Credit foto
© lightfieldstudios /123rf.com

I colori sono qualcosa che anima l’esistenza di tutti i giorni, assumendo nei contesti vari significati. Basta pensare al colore dei semafori, dei cartelli stradali e non solo, ma anche agli accostamenti cromatici nel vestiario, il colore dei capelli o la scelta di un arredamento o di un altro. 

 

In qualche modo, seppur spesso non intenzionalmente, ognuno di noi attribuisce un significato appartenente a una simbologia dei colori ed essi incidono sulla personale valutazione degli altri, delle circostanze e dei contesti. Questo al di là, ovviamente, dei significati convenzionali e comuni a tutti. 

 

Pensiamo ad esempio se entrassimo in un asilo e vedessimo tutte le pareti tinte di blu scuro, grigio o peggio ancora nero, forse sorgerebbero delle domande, oppure se trovassimo un ufficio professionale, ad esempio di un avvocato, tinteggiato con tantissimi colori. I colori inevitabilmente dicono qualcosa di sé e dell’ambiente.

 

Oltre a questo però, da sempre la cultura popolare, ma anche alcuni studi, hanno attribuito un significato ai diversi colori al punto che nell'arcobaleno ogni colore abbia un significato e un loro effetto sulla mente e non solo. Oggi proviamo a vedere quello del giallo. 
 

Significato del giallo

Il giallo è un colore che assume tantissimi significati, talvolta anche contrastanti tra loro. In primo luogo ricorda la luce, per questo utilizzato come colore simbolo del sole, dona un senso di luminosità. Gli oggetti di questo colore sono quelli che irradiano maggiore quantità di luce, generando un aspetto luminoso e che dà senso di ampiezza. 

 

Da qui anche la sensazione che il giallo dia un senso di apertura, allargando la visione delle cose e aprendo quindi al senso più ampio di cambiamento e movimento. È il colore che spinge al nuovo, alla fuoriuscita dai classici schemi e pone in essere la novità,  il rinnovamento, stimolando la curiosità. Proprio anche per l’associazione al sole, il giallo trasmette una sensazione di calore. 

 

Altro tipico significato è quello della gioia, allegria e serenità. Non a caso il celebre film d’animazione di Walt Disney -Pixar, Inside Out sceglie il giallo come il colore di “Gioia” la simpatica emozione con capelli turchini protagonista dello sceneggiato. 

 

Con la sua luminosità, infatti questo colore sembra conferire a chi lo osserva o utilizza un senso di leggerezza, di serenità, spensieratezza e speranza. Esso è quindi il colore del buon umore, dell’estroversione ed entusiasmo. Questo specialmente per alcune sue tonalità che meglio di altre rappresentano questo aspetto. 

 

La saggezza è altro elemento tipicamente riferito al giallo, assieme all’intelletto, alla conoscenza, al sapere, nonché alla nobiltà e ricchezza. Come la luce fa chiarezza tra l’oscurità, il giallo rappresenta l’idea, l’insight che porta alla comprensione delle cose. 

 

Nell’immaginario comune il giallo indica anche allerta e attenzione, esso infatti è utilizzato nella segnaletica come segnale di pericolo, probabilmente proprio per la sua luminosità e visibilità. Ma non è tutto oro quello che luccica, talvolta anche questo colore luminoso e leggero è stato associato a significati negativi quali la menzogna, la follia, la gelosia, il tradimento e la disonestà, ma anche dell’autunno che preannuncia la morte e il freddo invernale. 
 

Giallo nella storia

La storia del giallo è molto articolata e, come quella degli altri colori ha origini molto antiche. Gli antichi greci e romani consideravano il giallo come un colore positivo e spesso utilizzato e scelto nelle cerimonie importanti come colore per il vestiario e non solo. 

Associato alla divinità del sole, esso era visto come simbolo della luce che dona chiarezza e lucentezza alle cose. Tuttavia, laddove la genialità e la saggezza si discostano dalla realtà, si apre alla follia e quindi i pazzi spesso erano vestiti di giallo.

 

Ma sarà nel Medioevo il periodo in cui il giallo, distinto dall’oro, ritenuto nobile e rappresentazione della ricchezza, del potere e della nobiltà, divenne il simbolo del tradimento, della menzogna e della criminalità e negatività. Questa connotazione negativa rimase per molto tempo ad indicare gli esclusi e gli emarginati.

 

Negli anni venti del ‘900, in Italia con la collana “I Gialli” di Mondadori si apre l’associazione di questo colore a quella che viene definito il genere 

 

Le tante ricerche degli ultimi anni, specialmente nel campo della cromoterapia, hanno ridonato almeno in parte una connotazione positiva a questo colore.

 

Nei paesi asiatici, come Cina e Giappone esso è associato all’imperatore, alla salute, alla nascita e alla saggezza, ma anche alla socievolezza, agli scambi e relazioni. 

 

Giallo e psiche

Il giallo proprio per la sua particolarità è un colore che spesso divide “gli animi”: alcuni lo amano, altri invece non lo apprezzano proprio per il suo essere così sgargiante e vistoso. In generale però le proprietà del giallo e le conseguenze sulla mente sono molteplici. 

 

In primo luogo, attira inevitabilmente l’attenzione delle persone, anche nelle sue più svariate tonalità, per questo se si vuole attirare il focus di qualcuno su un aspetto, questo colore viene vivamente consigliato e utilizzato.

 

Nel neuromarketing esso si associa ad energia, gioia, vivacità, intelletto e quindi utilizzato negli ambienti di lavoro, anche in particolari o piccole parti, che donare un senso di vitalità ed entusiasmo, oltre a stimolare creatività e apertura. Per questo ultimo aspetto è consigliato anche nelle scuole e nei luoghi in cui si vuole stimolare crescita e apprendimento, oltre a innovazione e idee. 

 

Nelle case o negli ambienti è spesso usato per dare un tocco di colore e leggerezza. Dona buon umore e serenità per cui è spesso presente in luoghi di cura con l’intento di donare un senso di serenità e alleggerire il peso del dolore e la sofferenza. 

 

Tendenzialmente più apprezzato dai bambini che dagli adulti, il giallo è un colore ricco di sfaccettature e caratteristiche interessanti e, specialmente se utilizzato in piccole dosi o con il giusto peso e quantità può avere effetti molto positivi sulla psiche e sul benessere