Le persone di successo sono ricordate per queste 7 caratteristiche

La ricetta è da manuale e prevede 7 ingredienti: ecco come diventare persone di successo, quelle che rimangono indimenticabili per chi le incontra.

caratteristiche del successo

Credit foto
©Jozef Polc / 123rf.com

George S. Everly è uno psicologo americano, ricopre e ha ricoperto incarichi accademici come professore di psicologia, professore di sanità pubblica e professore associato di psichiatria e scienze comportamentali presso la Loyola University Maryland, The Johns Hopkins University School of Medicine e La Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health.   

 

Per gran parte della sua vita professionale e accademica si è trovato a esercitare il ruolo di “coach” per orientare le scelte di carriera dei suoi studenti. Ed è da questa esperienza che racconta di aver individuato 7 caratteristiche che definiscono le persone di successo

 

Le 7 caratteristiche delle persone di successo

In un suo articolo redatto per Psychology Today, il professor Everly spiega che, nella sua esperienza, le persone di successo sono amate a apprezzate prima ancora di aver raggiunto i risultati che le rendono famose. Sono persone capaci nelle relazioni interpersonali, che si fanno facilmente notare e che altrettanto facilmente risultano “indimenticabili”: sono quelle che ci tornano in mente nei momenti in cui abbiamo bisogno magari di un consiglio, di un’ispirazione o la cui compagnia ci risulta stimolante.
Le loro caratteristiche personali, il loro modo di relazionarli agli altri anticipano e preparano la strada ai loro successi. Nel corso nelle sue molte esperienze, Everly ha notato che, nei suoi studenti più promettenti, si riscontrava spesso un pool di 7 caratteristiche che potrebbero contribuire a definire i successi futuri. Vediamo quali sono.
 

Ingredienti per il successo: ottimismo

La mente umana, ci ricorda Everly, è programmata per anticipare le possibili minacce al fine di proteggersi adeguatamente. L’ansia, lo sappiamo, può essere un tratto adattivo e utile del funzionamento umano se proporzionata alle sfide che dobbiamo fronteggiare. 

 

Tuttavia, spesso questo meccanismo ci sfugge di mano e rischia di diventare piuttosto faticoso o chiaramente disfunzionale. L’ottimismo di alcune persone risulta essere una caratteristica “fuori dal coro”, facilmente “seduttiva” per gli altri e che, a torto o ragione, rende queste persone difficili da dimenticare.  

 

Ingredienti per il successo: affidabilità

Molte persone ostentano una arroganza e una sicurezza di sé tanto fallaci quanto dannose per gli altri. Sono quelle che pretendono di aver sempre ragione, di non sbagliare mai, che pensano più a salvare la faccia che a prestar fede a un principio o ad un impegno preso. 

 

Molto spesso le ritroviamo a ricoprire anche ruoli di leadership entro assetti organizzativi distorti e disfunzionali. L’affidabilità, il rispetto degli impegni presi, l’assunzione di responsabilità per il proprio operato – anche quando si commette un errore – sembrano appannaggio di pochi, ma sono costoro, sostiene Everly, ad essere destinati a diventare professionisti, e perché no, leader di successo perché in grado di attrarre la fiducia e la stima degli altri.
 

Ingredienti per il successo: tenacia

Non esistono traguardi facili o immediati. I personaggi di maggior successo non hanno ottenuto i loro risultati in un battito di ciglia, ma hanno dovuto lavorare duramente per raggiungerli. 

 

Anzi, sottolinea Everly, i successi maggiori, quelli per i quali costoro vengono ricordati, sono solo la punta di un iceberg solitamente del tutto ignoto ai più fatto di fallimenti, difficoltà, problemi che hanno dovuto affrontare e superare. 

 

La tenacia è quella capacità di perseverare nella ricerca di un risultato, a prescindere dalle difficoltà incontrate, senza mai perdere la motivazione in ciò che si fa. È questa che fa di una persona una persona di successo e anche ripetuti fallimenti fanno parte del gioco.  

 

Ingredienti per il successo: fiducia in sé stessi e rispetto

Coloro che hanno una sana e stabile fiducia in sé stessi risultano di stimolo anche per gli altri e questo contribuisce a renderli “noti” e amati nelle mente altrui. Perché accade questo? 

 

Perché solitamente coloro che hanno un’autostima sufficientemente stabile, sono consapevoli e padroni sia dei propri pregi e capacità, sia dei propri difetti.   

 

Riescono a credere in sé stessi con realismo senza farsi buttare giù alla prima difficoltà. Più difficilmente avranno bisogno di criticare o sminuire gli altri per sentirsi “grandi” ma, più probabilmente, saranno in grado di rispettare gli altri e apprezzare le capacità e le potenzialità altrui con lo stesso realismo e  fiducia con i quali guardano a sé stessi.
 

Ingredienti per il successo: connessione interpersonale

Una frase celebre di Maya Angelou (scrittrice e attivista per i diritti civili, 1928-2014) dice: “Ho imparato che le persone possono dimenticare ciò che hai detto, le persone possono dimenticare ciò che hai fatto, ma le persone non dimenticheranno mai come le hai fatte sentire”.

 

Questo rispecchia molto il senso di ciò che Everly dice riguardo alla capacità delle persone di successo di stabilire delle connessioni con gli altri. Sono costoro che risultano al centro delle reti di relazioni più articolate, che sono presenti più prontamente per gli altri e che, così facendo, non solo offrono aiuto e sostengo ai singoli, ma promuovono la creazione di legami interpersonali fra gli altri, mettono le persone in comunicazione tra loro. 

 

E, la scienza lo dice ormai da tempo, le connessioni interpersonali e il sostegno sociale sono fra i fattori protettivi più importanti per attutire l’impatto degli eventi stressanti.
 

Ingredienti per il successo: resilienza

La resilienza è la capacità non solo di superare le avversità, ma di saperle utilizzare come opportunità per coglierne aspetti positivi e di crescita. Significa poter reagire agli eventi che capitano, anche i più difficili, preservano una prospettiva di sviluppo per sé e la propria vita, una capacità in grado di conferire una sorta di “immunità psicologica” anche agli eventi più difficili.

 

Nessuna ricetta valida per tutti sia ben inteso, quelle suggerite da Everly sembrano piuttosto degli indicatori generali utili a definire quelle dimensioni che rendono le persone psicologicamente più sane e in grado di raggiungere successi basati sullo sviluppo delle proprie reali capacità e del rispetto e considerazione degli altri. Ognuno potrà prendere ispirazione…