Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
20563
Relazioni

Come scrisse il filosofo greco Aristotele nel IV secolo a.C. l'uomo è un animale sociale: non può fare a meno della relazione con gli altri, è una necessità, un bisogno primario. Le relazioni ci permettono non solo banalmente di non patire la solitudine, ma anche di conoscere di più noi stessi, perché le persone che ci circondano sono spesso, per quanto diverse da noi, il nostro specchio. Le relazioni amorose, il legame affettivo con amici, fratelli, genitori e parenti, i rapporti di lavoro e oggi anche quelli che si creano sul web, riempiono di sostanza la nostra vita e partecipano a costruirne il senso.

Pensando al lavoro pochi riescono a immaginare un suo collegamento con l’emotività. Nel tempo, il contesto lavorativo è stato segnato da principi quali razionalità, organizzazione, precisione, puntualità, freddezza e controllo dei vissuti personali e produttività. Tutti aspetti che lasciano poco spazio alle emozioni che invece sono viste come ostacolo alla buona condotta lavorativa e al successo aziendale. Recentemente in campo psicologico sono so... »

Di Milena Rota

Smart working, lavoro agile, televoro: nomi diversi per definire una tendenza che prende piede: abbandonare la vecchia idea di cartellno e delle 8 ore canoniche per venire incontro a nuove esigenze professionali sfruttando la tecnologia. La realtà sociale e lavorativa sta cambiando e con essa si modifica il modo di lavorare annullando le distanze e ridefinendo il tempo dedicato al lavoro. Molte aziende si stanno concentrando sullo smart working nell'organizzazione del lavoro dei p... »

Di Milena Rota

  Fare apprezzamenti volgari a voce alta, tentare un approccio fisico o sessuale non richiesto, controllare o limitare la partner nelle sue attività sociali e relazionali… Sono solo alcune delle molestie e degli abusi quotidianamente perpetrati sulle donne spesso considerati “normali” e non riconosciuti come tali. Su questo emergono, anche fra giovani e giovanissimi, importanti differenze di genere: ragazzi e ragazze non hanno la stessa percezione della violenza... »

Di Cristina Rubano

Le nuove tecnologie e i mezzi di comunicazione ad alta velocità hanno reso la distanza un problema poco rilevante permettendo di lavorare in più sedi con la possibilità di spostarsi rapidamente, di comunicare con l’estero in tempo record e di mantenere più legami contemporaneamente. Tuttavia tutta la tecnologia del mondo non può annullare la distanza che spesso anima coppie e famiglie, divise da molti chilometri a causa di impegni lavorativi o di ... »

Di Milena Rota

L’Ikea di Dubai in occasione della giornata mondiale contro il bullismo e la violenza psicologica e verbale avrebbe coinvolto i bambini di una scuola saudita in un insolito esperimento: “bullizza una pianta”. Agli scolari sarebbe stato richiesto di prendersi cure di due piante fornendo loro luce e acqua ma “coccolando” la prima e maltrattando verbalmente la seconda…   Violenza psicologica e verbale Gli effetti dell’insolito esperimento non si sa... »

Di Cristina Rubano

Finisce la scuola, iniziano le tanto attese vacanze estive con lunghe giornate di sole, libertà, dolce far niente e divertimento assicurato…ma a rompere il sogno ci sono i tanto odiati compiti delle vacanze. Le vacanze, per definizione, sono fatte per staccare la spina e riposare e nessun alunno ha la voglia e la motivazione per mettersi a studiare, visto lo sforzo e le corse fatte durante i mesi di scuola. Ecco che allora iniziano gli scontri con mamma e papà e i compiti... »

Di Milena Rota

I danni di abusi e maltrattamenti fisici e psicologici agiti direttamente sui bambini sono noti e oggetto di grande interesse pubblico. Meno conosciuti gli effetti disastrosi di una violenza indiretta ovvero agita davanti al bambino come spettatore. L’impatto della violenza sul bambino compromette prepotentemente il suo sviluppo cognitivo, fisico, psichico, relazionale ed emotivo, con conseguenze permanenti per tutta la vita. Nella società scientifica la ricerca ha prodotto risul... »

Di Milena Rota

Afrodite è, fra gli archetipi del femminile, unico nel suo genere: Jean Bolen la definisce la dea “alchemica”, colei che presiede all’innamoramento, alla passione creativa, all’amore per la bellezza. La donna Afrodite vive nell’immediato presente, nel qui e ora dell’esperienza dei sensi e dell’estasi idealizzata della passione, senza preoccuparsi delle conseguenze future. Come le dee “vulnerabili” – Era, Demetra, Persefone &nd... »

Di Cristina Rubano

Parola dall’etimologia incerta, “buffet” starebbe propriamente a connotare il mobile, generalmente provvisto di un ampio ripiano, dove si posizionano i cibi per un rinfresco. Lo stesso termine è però anche comunemente utilizzato per alludere alle cibarie stesse: ovunque venga offerto del cibo su piatti da portata, lascando agli ospiti oneri e onori del “fai da te”, c’è un buffet! La psicologia delle persone è capace di potenti re... »

Di Cristina Rubano

La violenza è un diverso modo di manifestare la paura… scrive Vanessa Criconia in questo suo primo romanzo “Il filo di porpora” dove la scelta del colore può alludere al tempo stesso alla passione amorosa e al sangue… E tale è il filo che a volte silenziosamente, altre volte più bruscamente lega le vite delle donne di questo romanzo, donne diverse per età, constesto sociale o stile di vita, ma tutte in qualche modo legate da un... »

Di Cristina Rubano

Scarica flash player