Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
20563
Relazioni

Come scrisse il filosofo greco Aristotele nel IV secolo a.C. l'uomo è un animale sociale: non può fare a meno della relazione con gli altri, è una necessità, un bisogno primario. Le relazioni ci permettono non solo banalmente di non patire la solitudine, ma anche di conoscere di più noi stessi, perché le persone che ci circondano sono spesso, per quanto diverse da noi, il nostro specchio. Le relazioni amorose, il legame affettivo con amici, fratelli, genitori e parenti, i rapporti di lavoro e oggi anche quelli che si creano sul web, riempiono di sostanza la nostra vita e partecipano a costruirne il senso.

  Erano gli anni ‘70 quando Erving Goffman (Gender adverstisements. Studies of Anthropology of Visual Communication, 3, 1976) fece i pionieristici studi sull’immagine del corpo femminile nella pubblicità rilevando quando le donne fossero sterotipalmente rappresentate come mogli o madri; angeli del focolare insomma escluse dalla vita lavorativa e sociale. Oggi le donne sono in carriera e onnipresenti in contesti istituzionali e mondani eppure ancora discriminate e strum... »

Di Cristina Rubano

Il 19 marzo si festeggerà la festa del papà, tutte le attenzioni saranno dirette all’uomo di “casa”: i figli piccoli saranno indaffarati nel finire i lavoretti iniziati alla scuola dell’infanzia o primaria, i più grandi manderanno messaggi ricchi di parole dolci accompagnati spesso da post sui social network colmi di amore, foto ricordo e smile, le madri e mogli prepareranno una torta con l’aiuto dei propri figli per “festeggiare p... »

Di Milena Rota

  Gli “uomini che odiano le donne” spesso in realtà potrebbero non odiarle affatto… Potrà sembrare una provocazione ma è quanto emerso da uno studio condotto dalla Georgia State University. Il sessismo ostile è solo una delle motivazioni che spingono un uomo a commettere una violenza sessuale. Le “giustificazioni” addotte dai sex offenders – come vengono definiti gli autori di violenza di genere – sono molto più... »

Di Cristina Rubano

  Sempre più frequentemente capita di vedere bambini, anche molto piccoli, con tablet, smartphone, fissi davanti alla TV o intenti in videogiochi. Tutto questo spesso accompagnato da scarsa attenzione da parte dei genitori, indaffarati in altre faccende. Questa nuova realtà mi fa sorgere inevitabilmente una domanda: è giusto ed educativo? Quali effetti positivi e negativi comporta questa scelta? Le risposte spaziano ovviamente in mille direzioni: c’è chi... »

Di Milena Rota

  Uno studio pubblicato sul Journal of Personality and Social Psychology si è posto un obiettivo decisamente interessate, quello cioè di esplorare in che modo l’intimità emotiva fra partner di lunga data potesse influenzare il cambiamento del desiderio sessuale. La vita di coppia, si sa, dalle iniziali fasi dell’innamoramento subisce diverse trasformazioni nel corso del tempo. Davvero al subentrare dell’intimità corrisponderebbe un declino de... »

Di Cristina Rubano

Le molestie sessuali sul luogo di lavoro sono un problema che riguarda soprattutto le donne, in generale sono per lo più atteggiamenti sessisti di uomini di potere nei confronti di donne di pari o minor grado gerarchico a connotare i contesti lavorativi. Perché questo accade? Uno dei motivi potrebbe risiedere nell’insicurezza che alcuni uomini proverebbero nel ricoprire la propria posizione: sono al vertice ma in fondo continuano a non sentirsi all’altezza. Agire com... »

Di Cristina Rubano

Con l’inizio del nuovo anno arriva anche il momento delle tanto temute pagelle scolastiche. Mi ricordo quando ero bambina e attendevo con ansia che i miei genitori tornassero dai colloqui con le insegnanti per vedere i voti e sperare che tutto filasse liscio. E pensare che ho sempre ottenuto buoni risultati, ma la preoccupazione c’era sempre: cosa si aspettano mamma e papa? Il momento del verdetto è vissuto con ansia sia dagli alunni, che pur consapevoli dei loro traguardi ... »

Di Milena Rota

Apprendiamo nello sconcerto generale una notizia rimbalzata sui media in questi giorni, proprio alla vigilia del Giorno della Memoria del 27 Gennaio. Il titolare di un’officina di Rimini avrebbe esposto all’ingresso della stessa un cartello con la scritta “Arbeit macht frei” (Il lavoro rende liberi). Lo stesso motto che capeggiava (lo si può vedere tutt’oggi) all’ingresso del campo di concentramento di Auschwitz. Una scritta beffarda divenuta simbolo... »

Di Cristina Rubano

Il monologo finale del famoso film Hannah Arendt (von Trotta, 2012) illustra con straordinaria lucidità di pensiero della Arendt e quella che venne da lei definita La banalità del male (trad. it. Milano, Feltrinelli, 1964). Un male, quello perpetrato dai criminali nazisti, mosso non tanto da una reale adesione ideologica a qualche ideale malvagio, quanto piuttosto un male eseguito come si esegue un qualunque altro ordine solo perché viene intimato di farlo… Un... »

Di Cristina Rubano

L’amore sta nelle piccole cose… Questo almeno quanto emerge da uno studio condotto nel Penn State’s College of Health and Human Development della Pennsylvania. Le persone si sentono amate in una gamma di situazioni e contesti interpersonali molto più ampia di quelle relative alle sole relazioni romantiche come piccoli gesti quotidiani, occasionali incontri con amici, scambi con i propri animali domestici o interazioni con i propri familiari.   Sentirsi amati: co... »

Di Cristina Rubano

Scarica flash player