Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
20563
Relazioni

Come scrisse il filosofo greco Aristotele nel IV secolo a.C. l'uomo è un animale sociale: non può fare a meno della relazione con gli altri, è una necessità, un bisogno primario. Le relazioni ci permettono non solo banalmente di non patire la solitudine, ma anche di conoscere di più noi stessi, perché le persone che ci circondano sono spesso, per quanto diverse da noi, il nostro specchio. Le relazioni amorose, il legame affettivo con amici, fratelli, genitori e parenti, i rapporti di lavoro e oggi anche quelli che si creano sul web, riempiono di sostanza la nostra vita e partecipano a costruirne il senso.

La gravidanza è un momento di forte cambiamento nella vita di una donna, della coppia e dell’intera famiglia. Con il parto l’impatto con la nuova realtà diventa più evidente e porta con sé una serie di cambiamenti, non sempre facili da gestire per i neo genitori e loro famigliari. In molti casi, le stime parlano di 8-15% delle neo mamme, si sviluppa un disagio psicologico noto come depressione post-partum. Molto meno conosciuto è il fenomeno del ... »

Di Milena Rota

“Chi trova un amico trova un tesoro”. Questo detto in poche parole racchiude il ruolo prezioso dell’amicizia nella vita di ogni persona. Fin da bambini c’è la tendenza a relazionarsi e trascorrere del tempo con persone estrane alla propria famiglia. Gli amici sono persone su cui senti di poter contare, con cui c’è un legame spesso inspiegabile fortemente diverso da quello con il partner, con i figli e con i propri famigliari. È un legame che ... »

Di Milena Rota

Demetra, come dea delle messi e della maternità, rappresenta l’archetipo femminile connesso in senso stretto alla gravidanza, alla cura e al nutrimento dei figli. In senso lato, questo archetipo fa riferimento a quell’energia della psiche della donna che entra in gioco in ogni ambito in cui ella esprime la propria realizzazione personale attraverso la cura degli altri portando loro nutrimento, sia esso fisico, emotivo o spirituale. Alcune donne possono essere guidate da que... »

Di Cristina Rubano

  Jackson Pollock, la cui vita tormentata è raccontata nell’omonimo film (Ed Harris, 2000), fu artista acclamato e uomo problematico: per tutta la vita diviso fra un’indole impetuosa e irascibile che poteva sopraffarlo (fu malato di depressione e alcolismo) o trovare nell’espressione artistica il modo di sublimare l’emotività tempestosa che lo caratterizzava. Questi aspetti dell’animo maschile fanno parte dell’archetipo Poseidone: un&rsqu... »

Di Cristina Rubano

Ognuno di noi è in qualche modo dipendente dagli altri: da bambini l’adulto è punto di riferimento e garante della propria sopravvivenza, in adolescenza si anima la lotta interiore alla ricerca dell’autonomia e la fuoriuscita da uno stato di dipendenza che inevitabilmente in parte rimane. Da adulti la dipendenza  affettiva è riferita al ruolo che approvazione, giudizio dell’altro, empatia, conferme,  sostegno e affetto delle persone care hanno ... »

Di Milena Rota

Dal greco misèō, "odiare" e gynḕ, "donna": misogini o, per dirla con Stieg Larsson, “Uomini che odiano le donne”. La saga di uno dei triller di maggior successo degli ultimi dieci anni viene tutta dalla Svezia. E, come Larsson, altri autori dopo di lui hanno seguito lo stesso filone: gialli ambientati nei super moderni ed emancipati Paesi del nord Europa eppure così densi di violenza contro le donne. E non è un’invenzione letteraria, lo chiamano il &ldqu... »

Di Cristina Rubano

  Mail, sms, servizi di messaggistica istantanea come WhatsApp… tutto ci rende ormai reperibili potenzialmente ovunque e in qualunque momento. Continuare a ricevere mail e altre comunicazioni di lavoro fuori orario metterebbe però a repentaglio non solo la vita di coppia, ma anche il rendimento lavorativo. A quanto pare gli interessi del “pubblico” e del “privato” non sono così in contraddizione come saremmo portati a pensare.   Se le mai... »

Di Cristina Rubano

Foto: Immagine comparsa su Life nel 1937 rappresentante una giovane alle prese con la terapia del Sorriso   “Ghiaccio bollente” … è un classico esempio di ossimoro, cioè una figura retorica fondata sull’accostamento paradossale di due termini in contrasto tra loro. Anche pretendere di “insegnare” a sorridere a chi non ne ha alcun motivo sarebbe una forma, ancor più grottesca, di paradosso. La “scuola del sorriso” &egra... »

Di Cristina Rubano

"Nella trappola di uno psicopatico" è un romanzo scritto sotto forma di diario che, pagina dopo pagina, racconta la storia di chi soffre e subisce una violenza psicologica. Una proposta 2018 di Sonda editore, vi proponiamo la recensione di questa novità editoriale la cui trama non smette di rivelarsi tragicamente attuale. Una storia che vede in scena sofferenza, umiliazione, sfruttamento e menzogna accanto a toni passionevoli e di piacere che toccano le sfere più proibite... »

Di Milena Rota

  Erano gli anni ‘70 quando Erving Goffman (Gender adverstisements. Studies of Anthropology of Visual Communication, 3, 1976) fece i pionieristici studi sull’immagine del corpo femminile nella pubblicità rilevando quando le donne fossero sterotipalmente rappresentate come mogli o madri; angeli del focolare insomma escluse dalla vita lavorativa e sociale. Oggi le donne sono in carriera e onnipresenti in contesti istituzionali e mondani eppure ancora discriminate e strum... »

Di Cristina Rubano

1 di 59

Scarica flash player