Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

Cristina Rubano

Cristina Rubano

Psicologa, Psicoterapeuta specialista in Psicologia della Salute.

Lavora come libero professionista a Ciampino e a Roma; si occupa di psicoterapia, consulenza e sostegno psicologico, tecniche di rilassamento e Training Autogeno, psicologia dell’alimentazione e del comportamento alimentare.

Membro delle rete P. A. S. S. “Psicologi Alimentari al Servizio della Salute” e curatrice del blog “cibo per la mente” per l’Ordine degli Psicologi del Lazio


Articoli

Lo studio per la verità non è recentissimo, risale ormai al 2017, ma a volte gli interessi dei ricercatori sono talmente esilaranti da non passare inosservati neanche a distanza, ormai, di tempo. Sì perché se mai vi stavate chiedendo che sorti potesse aver riservato la vita amorosa a coloro che al liceo facevano già strage di cuori rasserenatevi: la vita con loro – i “belli”- molto probabilmente non sarà stata tenera…&nbs... »

Sarà per un (semplicistico e riduttivo) retaggio culturale (e di una distorta interpretazione di una certa cultura cattolica); sarà perché il mito di una generosità oblativa e disinteressata rimanda a un’immagine mitica e idealizzata del materno che permea la mente umana di ognuno di noi… Sta di fatto che quello della generosità “sempre e comunque”, dell’altruismo totalmente disinteressato e avulso da qualsiasi vantaggio d... »

“Un viaggio di mille miglia inizia con un solo passo” diceva Lao Tzu, ma se è proprio quel primo inizio ad essere il più difficile, forse non avete dedicato sufficienti energie a trasformare il classico “sogno nel cassetto” in un progetto attuabile. Per riuscire a mettere le fondamenta ai vostri “castelli in aria” fate attenzione a queste 3 condizioni.   Realizzare i sogni: è quello che desiderate davvero? Forse date spesso per sco... »

Tutti noi abbiamo consapevolezza della nostra mortalità, sappiamo che l’orizzonte temporale dell’esistenza, nostra e di altri, è in ogni caso finito. Questo pensiero di solito balza in primo piano in occasione di eventi riguardanti la morte, reale o potenziale, di altre persone. In alcuni casi però la paura di morire può diventare un pensiero costante e sollecitare un stato cronico di ansia e terrore: la tanatofobia configurandosi come un vero e proprio... »

Nelle relazioni, soprattutto quelle affettive, può essere piuttosto difficile stabilire un compromesso ottimale fra due estremi teoricamente possibili: una vicinanza fusionale e un distacco totale. Come fare a non sentirsi né troppo vicini, né troppo lontani? Come porre una giusta “distanza”?   Quando la distanza è troppo poca… Le famiglie sono gli esempi più lampanti di come la distanza nelle relazioni possa essere gestita in modi sa... »

Arroganti, pieni di sé, manipolatori e incapaci di amare… Queste descrizioni stereotipate colgono aspetti riduttivi e superficiali delle persone con disturbo narcisistico di personalità. Persone che – più o meno consapevolmente – soffrono molto proprio perché prigioniere di una “facciata”, una maschera, dietro cui faticano, spesso drammaticamente, a sentire qualcosa di autentico.   Disturbo narcisistico di personalità: tem... »

Perché riconciliarsi con le proprie origini familiari, anche quando queste sono dolorose o problematiche? Una possibile risposta ce la offre una scena del film Nuovo Cinema Paradiso (1988): Totò torna alla casa di famiglia per il funerale di un amico, viene investito da una valanga di ricordi dolce-amari che aveva sepolto e dimenticato quando, anni addietro, aveva lasciato il paese natale per non farvi più ritorno. “Sono scappato come un bandito” confessa alla... »

Non importa quanto siano alti i voti nelle pagelle scolastiche, non importa quali e quanti feedback positivi amici o parenti possano rimandare, né quante competizioni si siano superate o quante responsabilità o impegni si siano ottemperati… Le persone con disturbi alimentari soffrono spesso di un ingombrante senso di inadeguatezza: possono sentirsi “diverse”, fuori posto, dei pesci fuor d’acqua in molte situazioni, nonostante la loro “facciata&rdqu... »

Ha recentemente fatto un certo scalpore la nuova compagna di Keanu Reeves, Alexandra Grant, 46 anni, sua amica di lunga data e ora sua partner. Sì perché lui è ancora considerato uno dei sex symbol più rinomati di Hollywood e il “galateo” dei riflettori cinematografici vorrebbe che si accompagnasse – alla più che matura età di 55 anni – ad una modella o attrice di 20 o 30 anni più giovane di lui. E invece i due hanno stu... »

  Gianni si sta preparando per andare con la moglie e la figlia ad un barbecue a casa di Lia e Mario, due loro cari amici. È una bella giornata di sole tutto sembra andare nel migliore dei modi. Ma a un certo punto un pensiero, come un fulmine a ciel sereno, attraversa la mente di Gianni: molto probabilmente ci sarà anche Gina, la sorella di Lia, è spesso presente in queste occasioni, specie ora che le belle giornate consentono di stare in giardino… Già... »

Immaginate una persona che dopo una lunga infermità, dovuta magari a un’ingessatura, si ritrovi con una gamba più debole dell’altra. Cosa le converrà fare per recuperare al meglio la capacità di camminare autonomamente? Senza dubbio esercitare la gamba atrofizzata, giacché, continuando ad affidarsi solo alla sua stampella, non farà altro che rinforzare la gamba già sana e aggravare l’inabilità di quella precedentemente ... »

Il delirio è una distorsione o esagerazione del contenuto del pensiero sostenuta da un’alterazione del senso di realtà. Si ritrova come sintomo in diversi disturbi psichiatrici e compromette in varia misura il senso di sé e degli altri (Scarfetter, 1976).   Cos’ è il delirio Karl Jaspers (1913) definiva il delirio un errore di giudizio, caratterizzato da tre elementi distintivi: 1) la certezza soggettiva (la persona ritiene inconfutabilmente valide... »

  I non detti e gli impliciti che governano a volte le relazioni passano spesso inosservati, non di rado sembrano disconfermati sul piano della comunicazione verbale eppure si rivelano elementi potenti che possono vincolare i partecipanti, loro malgrado, in assetti relazionali a volte disfunzionali in cui nessuno è realmente libero di essere se stesso.   Impliciti e non detti relazioni: un esempio non tanto di “fantasia” Pensiamo ad un’azienda giovane, dinam... »

  Empatia e simpatia sembrano sinonimi, vengono spesso usati in modi quasi interscambiabili, ma non sono la stessa cosa. E per fortuna. Perché la capacità di provare empatia preserva la nostra dignità di esseri umani anche quando gli altri non ci stanno simpatici.   Empatia e simpatia: etimologia Una prima differenza la si rintraccia nell’etimologia delle parole: simpatia deriva dal greco sym-patéo che letteralmente significa provare le stesse emozi... »

  Il vittimista è una figura ricorrente negli schemi psicologici tanto che anche nel senso comune si utilizza spesso questa parola sebbene confondendola spesso con l’essere vittima.   Vittima e vittimista: le differenze Un evento negativo o ingiusto può colpire una persona con maggiore o minor forza a seconda della sua capacità di resilienza, coloro che risultano più vulnerabili allo stress, che tendono più facilmente ad attribuire la cause d... »

1 di 57