Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

Cristina Rubano

Cristina Rubano

Psicologa, Psicoterapeuta specialista in Psicologia della Salute.

Lavora come libero professionista a Ciampino e a Roma; si occupa di psicoterapia, consulenza e sostegno psicologico, tecniche di rilassamento e Training Autogeno, psicologia dell’alimentazione e del comportamento alimentare.

Membro delle rete P. A. S. S. “Psicologi Alimentari al Servizio della Salute” e curatrice del blog “cibo per la mente” per l’Ordine degli Psicologi del Lazio


Articoli

Da tempo se ne parlava, ma adesso arriva la notizia ufficiale: nell’ultimo Congresso nazionale della Società italiana di gerontologia e geriatria è stato definitivamente stabilito che la soglia della terza età va spostata di un decennio. La vecchiaia non arriva prima dei 75 anni, gli over 65, dunque, arretrerebbero una volta per tutte ad una nuova, imprevista, “giovinezza”.    Età e ciclo di vita Le condizioni di salute fisica e le capac... »

La fame emotiva è percepita come un impulso per lo più “urgente”, improvviso a consumare alimenti dolci o fortemente calorici – i cosiddetti comfort foods – indipendentemente dal proprio fisiologico stato di fame o sazietà. Spesso ci rifugiamo nei cibi consolatori impulsivamente, senza riflettere su quali stress emotivi muovano la nostra voglia di mangiare e mangiando con gran voracità o in modo quasi “automatico”. Senza ren... »

Viviamo oggi in quella che è stata definita l’era del narcisismo (Paris, 2013) o modernità liquida (Bauman, 2000): un’epoca fondata sul culto dell’immagine di sé, fortemente individualista e consumista che ha visto da tempo disgregarsi le tradizionali istituzioni di socializzazione “reale” per rifugiarsi nelle tante opportunità di condivisione e connessione del mondo virtuale. Un fenomeno che sembra causa e al tempo stesso effetto dell... »

La fobia sociale è uno di quei disturbi d’ansia più frequentemente sottovalutati o non correttamente considerati nella società di oggi, una società fondamentalmente “estroversa”, individualista e fondata sull’apparire: tutti elementi che fanno fuggire a gambe levate chi ha un problema di fobia sociale! Troppo spesso questo disturbo viene scambiato per semplice timidezza o introversione caratteriale ignorando componenti più comple... »

Nell’epoca attuale in cui il lavoro dipendente è sempre meno garantito, i bisogni del mercato diversificati e in continua evoluzione e le competenze richieste sempre più mutevoli, saper essere “imprenditori di se stessi” è una competenza spesso indispensabile. Self marketing significa letteralmente vedere se stessi: curare la propria persona in modo che sia veicolo delle proprie competenze e del valore aggiunto del proprio lavoro. Vediamo allora cos&rsqu... »

  Diversi studi lo evidenziano chiaramente: essere capaci di autoironia è protettivo per la salute mentale e indice di acuta intelligenza, non solo quella più logica e razionale, ma anche quella “divergente” e creativa che porta la mente a risolvere i problemi ideando nuove soluzioni. Riderci su è dunque un’arma preziosa, non solo per sentirsi meglio, ma anche per affinare le proprie capacità si problem solving!   Autoironia e intelligen... »

  Felicità deriva etimologicamente dal latino “felix”, un termine derivato a sua volta dal verbo “Phyo” che in greco rimanda al produrre, creare, fecondare… La felicità sembra dunque rimandare, nel suo significato più letterale, ad una condizione di creatività, fecondità psichica in cui si raggiunge un “frutto”, un risultato, un obiettivo che dà un qualche tipo di appagamento. Sarebbe quindi uno stato de... »

Si traduce In Italiano come “differenziale salariale di genere”, il gender pay gap è il divario statisticamente riscontrato tra i salari di uomini e donne in tutti i paesi industrializzati, compresa l’Italia. Secondo il Gender Gap Report dell'Osservatorio JobPricing, se si confrontano i salari annui di uomini e donne, la differenza salariale fra i due sessi sfiorerebbe i 3000 euro annui per i lavoratori dipendenti. Come se le donne, a confronto dei loro colleghi masch... »

Potrà sembrare paradossale, ma in un certo senso è più facile affrontare la misoginia quando è manifesta, esplicita, quando in qualche modo “fa scandalo” e suscita una serie di cori di protesta. Lo abbiamo ereditato delle lotte femministe del ’68: tutto si manifestava come opposizioni efferate e nette fra ideologie, classi, fazioni opposte senza compromessi e vie di mezzo. A queste intransigenze, a questi “bracci di ferro” dobbiamo mol... »

La vergogna è un’emozione sfuggente, spesso alle sue più eclatanti manifestazioni sul piano comportamentale (rossore, nascondimento) corrisponde una grande difficoltà a riconoscerla e ammetterla sé stessi. Per questo si comporta un po’ come una “particella subatomica” (Lewis, 1995): la rileviamo soprattutto mediante tracce indirette, camuffata dietro altre emozioni (rabbia, tristezza, colpa). È inoltre difficile da “pensare&rdqu... »

Qualche tempo fa mi trovavo in linea con l’assistenza telefonica di una casa produttrice di condizionatori, esposti i “sintomi” del malfunzionamento,  attendevo di conoscere costi e modalità per la sostituzione del pezzo che aveva riportato il guasto. Mi fu comunicato che non conveniva effettuare la riparazione: sarebbe costato molto meno sostituire l’intera macchina con una nuova. È questa la logica dell’attuale società dei consumi, una... »

  Che cos’è l’amore? Un’emozione, un sentimento, una poesia o un’eterna follia? Molte visioni stereotipali dell’amore ne dipingono una versione edulcorata, tratteggiandolo come idilliaco, eterno e immutabile… In alternativa, romanzi e film ci propongono sofferenze amorose al limite della follia, quasi fossero una “controparte” necessaria per raggiungere l’ambito “Happy End”. Forse ci sono alcuni falsi miti sull&rsq... »

  La speranza è un oggetto di studio relativamente nuovo nell’ambito delle scienze psicologiche, tradizionalmente più interessate a stati di disagio che a ciò che consente alle persone di essere felici e in salute. Da alcun decenni esistono però alcune branche come la Psicologia Positiva e la Psicologia della Salute che pongono rilievo proprio su questi aspetti sani e di sviluppo della persona. Concordemente, anche altre branche teoriche della psicologia... »

Cosa sono le emozioni? L’etimologia stessa - dal latino: e (fuori) - moveo (muovo, agito) – sottolinea la loro valenza reattiva: si tratta di reazioni affettive intense, piacevoli o spiacevoli, che ci inducono ad agire e che provocano effetti sia psichici che somatici (si pensi alle “farfalle nello stomaco”o al batticuore per l’ansia o la gioia).   Elenco delle componenti delle emozioni Le emozioni sollecitano dunque complesse risposte psico-fisiche nel nost... »

Un’amica vi racconta i propri problemi, vi chiama, si sfoga tenendovi lunghe ore al telefono, le questioni sono sempre le solite, ogni dilemma sembra senza soluzione ma voi cercate di tenere duro, apparire ottimisti e instancabili ascoltatori supportando le sue ragioni ed empatizzando con i suoi stati d’animo che ormai conoscete fin troppo bene… Questa forma di ruminazione non è più personale, bensì condivisa e causa in realtà malessere... »

1 di 51