Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
20786
Linguaggio del corpo

Il linguaggio del corpo è un importante canale di comunicazione che intercorre in tutti gli scambi interpersonali. Attraverso la cosiddetta “comunicazione non verbale” ricaviamo, talvolta in modo del tutto inconsapevole, una parte molto rilevante delle informazioni che compongono un discorso. Secondo l'antropologo e psicologo statunitense A. Mehrabian, solamente il 7% dei messaggi passa attraverso le parole; la restante parte è tutta comunicazione non verbale, che si divide in un 38% che ci perviene dal tono della voce e un 55% che arriva dai segnali di mani, braccia, gambe, piedi.

Chi sono i co-operatori?

Chi sono i co-operatori?

CO-OPERATORI | Linguaggio del corpo

Articoli più recenti

L’osteopatia è poco conosciuta e spesso confusa con altre professionalità dalle quali si discosta per finalità e modalità di intervento. Lo scopo di una manipolazione osteopatica è in generale quello di ristabilire un equilibrio corporeo e donare benessere al paziente migliorandone la qualità della vita. L’osteopata è attento alla storia di vita e alle condizioni giornaliere al fine di agire con un intervento funzionale al garantire... »

Intervista a Davide Cardazzo

Il movimento, il gioco, le interazioni con l’adulto o con i pari, le emozioni, la comunicazione sono tra gli elementi che caratterizzano il vivere del bambino e non solo, permettendo lo sviluppo di abilità utili per interagire con il mondo correttamente. Su questo e tanto altro lavora il Terapista della Neuro e Psicomotricità (TNPE). Una figura professionale poco conosciuta ma che agisce in diversi ambiti e con diversi scopi, sia educativi al fine di garantire un corretto ... »

Intervista a Giulia Fusar Poli

Un gruppo di ricercatori dell’università di Kyoto avrebbe evidenziato, con uno studio, che non guardarsi negli occhi mentre si parla è un meccanismo funzionale alla buona riuscita di una conversazione. Forse per gli usi e costumi nipponici non suonerà affatto strano, certo per noi occidentali una simile spiegazione desta non poche perplessità…   Guardarsi negli occhi: una ricerca giapponese Per lo studio in questione, i ricercatori hanno reclutato... »

Di Cristina Rubano

Una ricerca ha analizzato con un metodo biomeccanico gli stili di camminata e scoperto la correlazione fra la tipologia di andatura e alcuni tratti di personalità. Sembra che soprattutto negli uomini un’andatura ad elevata torsione del tronco e del bacino sia correlata ad elevati livelli di aggressività, un’informazione potenzialmente utile per individuare potenziali criminali secondo gli autori!   Stili di camminata e personalità Uno studio condotto dal ... »

Di Cristina Rubano

La percezione è un insieme di meccanismi attraverso il quale riceviamo ed elaboriamo le informazioni che giungono dall'esterno. Esiste anche un percorso a senso inverso: la propriocezione. I propriocettori sono i terminali nervosi, le strutture che ricevono i segnali che provengono dal nostro organismo e ci segnalano cosa stia avvenendo al nostro interno. Come per la percezione ognuno di noi è dotato di un particolare grado di sensibilità sullo stato dei nostri muscoli, s... »

Di Francesca Cilento

Sebbene siano molti gli studi sui comportamenti verbali e non verbali della menzogna, non è possibile smascherare con assoluta certezza un’affermazione menzognera. Uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) sembra dimostrare, tuttavia, come la discussione di gruppo possa rappresentare un strumento più attendibile della valutazione individuale per riconoscere i segnali comportamentali del mentitore.   Valutare la menzogna in gruppo ... »

Di Cristina Rubano

L'aptica è una scienza che studia il sistema aptico, cioè quell'insieme di segnali attraverso i quali gestiamo e regoliamo e comunichiamo l'intimità che abbiamo con i nostri interlocutori. Il sistema aptico gestisce la sfera del contatto: chi tocchiamo e con quanta frequenza e anche dove testimoniamo il tipo di relazione che abbiamo con qualcuno.  Vi sembra importante, vero? Eppure è un capitolo della comunicazione non verbale che in pochi riconoscono sotto qu... »

Di Francesca Cilento

La comunicazione non verbale è l'insieme di elementi comunicativi che nascono dal corpo e attraverso i quali modelliamo la nostra comunicazione e inoltriamo delle informazioni a chi ci ascolta. Il tutto avviene attraverso uno stile personale per deriva da come siamo noi. Questo rapporto può essere a due vie? C'è chi sostiene che il linguaggio del corpo possa determinare la nostra identità.   I canali del linguaggio del corpo Il linguaggio del corpo è un... »

Di Francesca Cilento

Sicuramente tenere dritta la schiena non è solo importante da un punto di vista fisico, ma diventa un forte segnale interpersonale quando ci si trova a relazionarsi con qualcuno, soprattutto ad una riunione, ad un colloquio di lavoro, o se si vuol fare carriera in un’azienda. Come questo segnale posturale, così tanti altri appartenenti al linguaggio non verbale possono rendere più efficaci le nostre intenzioni a lavoro facendoci risultare più convincenti e se... »

Di Laura Gazzella

Rudolf Nuriev, Diego Armando Maradona, Nadia Comaneci, sono solo esempi, peraltro molto diversi tra loro, della capacità estrema di gestire il proprio corpo. E cos’è l’intelligenza corporeo-cinestetica se non questo? È quel tipo di intelligenza che permette di sentire e gestire al meglio il proprio corpo, che permette di coordinare e manipolare allo stesso modo oggetti esterni, il tutto per fini funzionali ed espressivi. Chi possiede l’intelligenza corpo... »

Di Laura Gazzella

Nel prendere in esame il linguaggio paraverbale, non si può non fare riferimento alla “Bibbia” della comunicazione, ossia al libro di Watzlawick “Pragmatica della comunicazione umana”. Watzlawick assegna alla voce e alla gestualità la trasmissione dei contenuti di relazione in una comunicazione. L’importanza della voce è data proprio dalla sua funzione metacomunicativa: essa manifesta e induce emozioni nell’interlocutore, può sus... »

Di Laura Gazzella

Ormai è nota e condivisa l'importanza della comunicazione non verbale. Inizialmente ciò veniva attribuito alla natura spontanea e non intenzionale del linguaggio del corpo, ma oggi è chiaro che non tutta, né sempre, la componente non verbale della comunicazione è uno specchio dell'anima altrui. Conoscere il proprio stile e adattarlo alla situazione è un'arma vincente soprattutto in momenti particolari, ad esempio durante un colloquio di lavoro. Oltre... »

Di Francesca Cilento

Lo psicologo statunitense Mark Frank terrà un seminario sul comportamento umano e la menzogna il 15 e 16 giugno, a Gorizia, al Kulturni Dom.Il seminario si svilupperà partendo dal riconoscimento degli indizi di menzogna fino all’utilizzo delle osservazioni fatte per facilitare i colloqui e raccogliere informazioni. Applicazioni utili nel campo della sicurezza, ma anche in quello della vita quotidiana per non divenire vittime di raggiri e menzogne create a nostro danno. Ecc... »

Intervista a Smile Tech srl

Joseph Luft e Harry Ingham, inventori della così detta finestra di Johari, sottolineano come ognuno di noi, sebbene si rapporti agli altri esibendo intenzionalmente alcuni aspetti di sé e celandone altrettanto consapevolmente altri, mantiene inevitabilmente un’area cieca costituita da alcuni aspetti di cui è inconsapevole e che tuttavia risulteranno evidenti ai propri interlocutori. La comunicazione non verbale occupa spesso questo “punto cieco” della co... »

Di Cristina Rubano

C’è un vecchio film di Vittorio de Sica Ieri oggi, domani famoso per molte immagini fra cui quella di una ridente e solare Sofia Loren mentre tiene in aria con esuberanza una forchetta in procinto di mangiare un lussureggiante piatto di spaghetti…. Ogni volta che mi capita di vederla non posso fare a meno di pensare a quanto siano diverse certe icone femminili di oggi come quelle di Angelina Jolie o Victoria Beckham. Che rapporto c’è fra bellezza femminile e s... »

Di Cristina Rubano

1 di 2

Scarica flash player