Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

ESPRIMERE L’IDENTITÀ CON LA MODA

La moda può essere considerata in molti modi, da un punto di vista psicologico è uno strumento non verbale con cui comunicarsi. A livello sociologico scandisce le epoche e le decadi, ma a livello individuale permette di riconoscersi all’interno di un gruppo o di definirsi attraverso uno stile personale: vediamo insieme come

L’identità è il nucleo dell’essenza di ogni individuo, quel qualcosa che consente di creare e/o percepire unità e unicità nel tempo e tra le diverse esperienze. Che relazione c’è tra identità e moda, tra ciò che è stabile e collezioni che cambiano e che richiedono innovazione ad ogni stagione? La moda è un messaggio, è una modalità di comunicazione non verbale che comunica qualcosa di sé. Vediamo insieme il rapporto tra identità e moda.

 

Identità e moda: utile e futile?

Per secoli la moda è stata dipinta come qualcosa di inutile, futile e superficiale. In realtà questa è un’accezione che non trova riscontri in diversi settori disciplinari. A livello economico l’industria della moda è un settore fiorente e che produce molti soldi, ma anche a livello sociale e psicologico ha la sua importanza. La moda fa riferimento comunque all’espressione di  e rientra in quegli strumenti non verbali attraverso cui comunichiamo qualcosa. Non è difficile comprendere questo se ci soffermiamo a pensare a come la moda cambia nel tempo diventando un’informazione temporale cui far riferimento quando osserviamo una fotografia o un vecchio film. La scelta di cosa indossare non è ininfluente, anche per chi ritiene la moda futile e decide per un abbigliamento poco vistoso. Anche in questo caso si comunica la scelta di mostrarsi una persona interessata ad altri e alti valori.

 

Identità e moda: caratteristiche sociali e personali

Cosa comunicare attraverso la moda? Le possibilità sono svariate, anche se magari non ci si pone sempre il problema in modo consapevole. Semplificando, la moda comunica aspetti identitari che fanno riferimento sia all’appartenenza sociale, sia a caratteristiche del tutto personali. L’uniforme (di qualunque tipo) è un ottimo esempio di come l’abbigliamento informi chi ci osserva della nostra appartenenza ad un preciso gruppo sociale. Ciò permette di comprendere in modo immediato che tipo di comportamento dobbiamo assumere senza grandi precisazioni. A livello personale, lo stile che elaboriamo nel tempo è un modo per definirci e renderci riconoscibile agli altri. La sobrietà, sebbene venga spesso giustificata come una scelta ‘seria’ caratteristica di chi è non è interessato all’esteriorità, non è che uno stile che ha lo stesso scopo di rappresentare l’individuo, come accade per le cosìdette ‘fashioniste’.

 

Fonte immagine: DeNovo Broome

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: