Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

TERMINOLOGIA E DINTORNI

Euristica

Euristica: definizione

L’euristica è un percorso cognitivo attraverso il quale elaborare delle impressioni e giungere a delle decisioni a partire da informazioni incomplete. Si tratta quindi di scorciatoie del pensiero che vengono utilizzate quando non si hanno a disposizione tanti dati o comunque non si considerano tutti. Il concetto di euristica si inserisce all’interno del paradigma della Social Cognition che considera l’individuo come un sistema a risorse limitate e che semplifica l’analisi del mondo esterno. Vengono usate quotidianamente e spesso funzionano in modo ottimale.

 

Euristica: tipologia

Attraverso le ricerche sono state individuate diverse tipologie di euristica. L’euristica della Rappresentatività fa riferimento alla capacità di individuare a quale classe appartiene un oggetto, grazie al grado di somiglianza con lo stereotipo. L’euristica dell’Accessibilità guida la stima delle probabilità che un evento accada basandosi sul numero di casi richiamati alla memoria. Più casi si ricordano, più è probabile che eventi del genere accadano in futuro. Un’ultima euristica è quella dell’Ancoraggio, per cui si giudica un evento o una persona sulla base di conoscenze già note. Tutte le informazioni che giungono in seguito vengono modellate perché risultino coerenti con quelle già presenti.

 

Euristica: le prime impressioni

Uno degli effetti dell’uso delle euristiche è la formazione e la resistenza delle ‘prime impressioni’. Ciò che si può osservare all’esterno di un individuo è solo una piccola percentuale, ma con una sola occhiata è possibile crearsene un’immagine accurata e considerarla precisa e affidabile. Le informazioni che vengono raccolta ad un primo incontro costituiscono la base del nostro atteggiamento che fungerà da filtro per tutto ciò che viene osservato in seguito. Nel campo delle prime impressioni l'euristica ha un effetto diretto dal punto di vista cognitivo, ma anche uno indiretto. Il giudizio creato influisce sulle dinamiche relazionali e contribuire al crearsi di una profezia che si autoavvera.

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy