Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COS'È SUCCESSO ALLA MIA RAGAZZA?

Inserita da anonimo in nessun argomento 0 risposte.

Dopo tre anni di storia bellissima la mia ragazza (27 anni) mi ha lasciato per un collega molto più grande di lei, padre di due bambini, vedovo, brutto, impacciato, sovrappeso. Dispiace mettere in luce dettagli riguardanti l'aspetto fisico, ma fra lei e lui (e fra lui e me) c'è una differenza siderale. Io per lei ero l'uomo "perfetto", si vantava di me (come uomo, come persona, come carattere, come intelligenza) con amici e parenti. Abbiamo avuto una storia lunga, stabile, senza mai un litigo, con fiducia e rispetto reciproci, ricca di passione e senza mai un giorno brutto fra me e lei. Eppure mi ha confessato che dall'estate scorsa non provava più le stesse cose, ma non mi ha mai detto nulla né dato segnali in questo senso. Eppure, nonostante i tanti piccoli traguardi personali e di coppia raggiunti insieme, il sostegno reciproco e il dialogo maturo fra noi due, devo semplicemente accettare che la mia bellissima (ex) ragazza va a letto ed ha una (non) relazione con un uomo che rispetto a me non vale nulla. Lo dico perché proprio grazie a lei ho scoperto chi sono e quanto valgo, perché sono giovane e responsabile, l'ho sempre trattata con rispetto e maturità e non l'ho mai né trascurata né tenuta su un piedistallo. La nostra bellissima relazione sembrava avere molti anni davanti, finché un giorno di aprile lei non tira fuori il solito copione ("non ti amo più", "tu sei perfetto, è colpa mia", "ho bisogno di stare da sola", "non c'è nessun altro"). Il mondo mi è crollato addosso, se non l'avessi "obbligata" a dirmi tutto probabilmente non mi avrebbe mai raccontato del suo nuovo bellissimo "ragazzo". Mi ha causato una crisi di personalità, il DSPT, l'annullamento della libido, la perdita della concentrazione e l'anedonia in cui ristagno ormai da tre mesi. I tre anni con lei sono stati i più felici per me (e probabilmente anche per lei), sono cresciuto e maturato come mai avrei immaginato. Voleva vivere con me e speravo che presto lo avremmo potuto fare. Poi la fine degli studi e l'inizio del lavoro hanno inaugurato un periodo di insoddisfazione e stress che io non ho trascurato, ma del quale non potevo immaginare le conseguenze. Non mi ha mai parlato dei suoi dubbi, mai un segnale in questo senso. Solo amore, sesso, voglia di stare insieme, aiuto reciproco. Chiedo: come ha potuto permettere che il nostro amore (invidiato da tutti i nostri amici) potesse rompersi in questo modo, senza neppure provare ad affrontare il problema con me? Come può una ragazza bellissima, intelligente e con la vita davanti buttarsi fra le braccia di qualcuno che per età e trascorsi personali e famigliari non ha nulla a che fare con lei? Posso aspettarmi che finita la luna di miele con questo personaggio discutibile la loro (non) relazione si concluderà? Lei dice che "non stanno insieme", ma "è come se lo fossero". Sono usciti allo scoperto solo con i colleghi, gli amici sono stati informati ma non avranno per ora "il piacere" di incontrare lui, come anche le famiglie sono assolutamente ignare. Lei era completamente diversa fino a pochi mesi fa. Non mi avrebbe mai fatto del male, mi amava, ha fatto di tutto per me ed era orgogliosa della nostra storia. Inoltre aveva subito un abbandono dal suo ex in passato ed all'inizio della nostra relazione era terrorizzata che io potessi deluderla, tradirla, abbandonarla. Una vittima diventata senza alcun motivo carnefice con la persona che l'ha salvata dal baratro (perché se non mi avesse incontrato la sua vita sarebbe oggi molto diversa). Ora è un blocco di ghiaccio anaffettivo (solo senso di colpa nei mie confronti, nient'altro) che va a letto con quello che potrebbe essere suo padre. Io mi sento indegno, mi vergogno, mi sento brutto perché la donna che mi amava e che amavo mi ha buttato fuori dalla sua vita come immondizia, senza che ci fossero reali problemi fra noi, e perché lo ha fatto una volta pronto un rimpiazzo di basso livello. Allora evidentemente, per lei, io valgo meno di lui. Mi ha confessato che le faceva addirittura schifo farsi toccare da me e guardarmi in faccia durante il sesso, ma ha sempre mascherato la cosa.

Fai il login o registrati per lasciare una risposta.