Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
20561
Crescita Personale

La crescita personale è un traguardo che non si raggiunge una volta realizzati gli obiettivi: quando c’è il desiderio di arricchimento continuo, in qualsiasi ambito, professionale, affettivo, intellettivo, spirituale, ogni meta raggiunta è solo un nuovo inizio, una spinta a evolversi, migliorarsi, ad essere pienamente soddisfatti anche dei propri errori, in quanto occasioni di crescita. Scopriamo allora come la curiosità, la volontà e la ricerca siano il vero motore, valorizzate dal sostegno delle persone di cui ci circondiamo, dall’entusiasmo che ci mettiamo, dalle esperienze che ci coinvolgono e dallo studio di cui ci nutriamo.

 

Esistono differenze di genere sul comportamento alimentare e le reazioni alle restrizioni dietetiche? Secondo alcuni studi sì: sia nell’attività neuronale che nelle risposte comportamentali. Quanto di questo sia dovuto alla biologia e quanto all’ambiente non è dato sapere, certo è che i condizionamenti culturali a cui sono sottoposti uomini e donne riguardo la cibo potrebbero fare la differenza…   Due ricerche su genere e comportamento alime... »

Di Cristina Rubano

Lei, desiana come me, la incontro ogni tanto, per sbaglio, ma è sempre di corsa, non può perdere la sua lezione di spinning. “Mi libera la mente, mi sfoga le tensioni della giornata e poi mi tiene ‘tutto’ al suo posto!”, è solita dirmi. Lui, il marito, ce l’ha nel sangue, è fissato proprio: vuole diventare istruttore di spinning. “Non è troppo vecchio?”, mi chiedo. Li perdo di vista. Ma la loro passione si deposita d... »

di dott.ssa Luisa Ghianda - ST... Psicologa, Counselor, Formatrice

  WhatsApp, se fino ad alcuni anni fa era un’opzione come tante per comunicare con gli altri (all’epoca per la verità prettamente ristretta ad amici e comunicazioni “informali”), oggi sembra essere diventato uno strumento indispensabile per esserci, comunicare, tenere il passo con la velocità alla quale sembra andare il mondo attuale, che si tratti di relazioni private o di contatti formali poco importa... Eh già perché, ci diciamo, Wha... »

Di Cristina Rubano

  “Uno.. due.. tre…” Roy è il protagonista del film Il genio della truffa (2003): truffatore professionista ma anche vittima delle sue manie ossessive che lo costringono ad eseguire tutta una serie di complessi rituali anche nelle più semplici operazioni mattutine prima di uscire di casa. “Un..due…tre…” deve ripetere Roy prima di aprire o chiudere porte e finestre e così via in tutta una serie di ripetizioni e controlli co... »

Di Cristina Rubano

Tra i vari fattori di rischio collegati alla genesi del Disturbo Borderline di Personalità che sono stati presi in considerazione negli ultimi anni, si è cominciato a guardare in  modo più approfondito al contributo delle avversità nel periodo prenatale.  Si è detto che lo stress materno nel periodo della gravidanza, l’utilizzo di sostanze stupefacenti, il tabacco, complicazioni mediche, possono portare a restrizioni della crescita intrauteri... »

di Edoardo Ballanti Psicologo

La paura della morte riguarda in primo luogo noi esseri umani che in quanto esseri autocoscienti abbiamo nella nostra mente il concetto di morte e di finitudine della nostra esistenza (cosa che naturalmente gli animali non hanno). Questo porta con sé la paura della fine e della perdita della propria vita o di quella dei propri cari. Su questa consapevolezza/condizione esistenziale si inscrivono da un lato fattori culturali e sociali che possono facilitare o rendere difficile l’el... »

Di Cristina Rubano

La sindrome di Tourette (TS) è una malattia neurologica ad esordio nell'infanzia. L'esordio è tra i 2/15 anni ed è un quadro sindromico piuttosto raro. I tic, che sono il segno clinico più caratteristico della sindrome di Tourette, sono improvvisi, brevi, intermittenti, semi-involontari, motori, fonici o vocali. I tic motori comprendono l'ammiccamento, le contrazioni del naso e gli scatti della testa e degli arti. I tic fonici comprendono il singhiozzo, lo schiarim... »

Di Cristina Rubano

L’imprinting è una tipologia di apprendimento che si verifica qualora un essere vivente venga in contatto con determinati stimoli in un determinato periodo del proprio sviluppo. È una sorta di compromesso tra un apprendimento innato e uno acquisito: è innata la predisposizione ad apprendere un determinato comportamento, ma essa può verificarsi solo se si viene a contatto con i giusti stimoli in precisi momenti della propria esistenza. L’imprinting &egra... »

Di Cristina Rubano

La psicologia si è interessata al problem solving da diverse prospettive: come sfida sociale, come insieme di meccanismi cognitivi, come strumento di lavoro, ecc. Ad ogni modo il problem solving fa riferimento ad un processo molto lungo ed articolato che va dal riconoscimento di un problema (perché se non sai che c’è un problema non ti metterai in moto per risolverlo) alla fase di risoluzione.   Che problema ho? Cos’è un problema? Già rispon... »

Di Francesca Cilento

La depressione è, almeno in teoria, definibile come tale da una tipologia di sintomi piuttosto specifica e attualmente condivisa da tutte le tassonomie psichiatriche internazionali. Nella realtà clinica tuttavia le cose tendono ad essere sempre un po’ più complesse e sfumate di come ci aspetteremmo… Di depressione non ce n’è una sola e, per quanto essa rappresenti un disturbo psicologico a volte grave e invalidante, non è sempre riconoscib... »

Di Cristina Rubano

1 di 120

Scarica flash player