Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

27 SETTEMBRE, GIORNATA MONDIALE DEL TURISMO

Ci sono molte Giornate dedicate ai più svariati temi di interesse sociale. Il 27 Settembre si festeggia la Giornata Mondiale del turismo, qualcosa di frivolo? In realtà si tratta di un tema da tenere in considerazione per più motivi, scopriamo quali?

Il 27 Settembre la World Tourism Organization Network (UNWTO) festeggia la Giornata Mondiale del Turismo attraverso una serie di eventi a livello internazionale. Si tratta di un momento di riflessione sul turismo come fenomeno economico, sociale  e psicologico.

Non si può negare che l'aspetto più discusso sarà quello legato ai numeri di questa industria.

Le tematiche maggiormente affrontate riguarderanno: i trend del 2014, i numeri inerenti le varie regioni di destinazione, le destinazioni preferite, i top spenders e le linee guida per i prossimi anni.

Questo interesse però nasconde anche altri interessi quali il turismo sostenibile, lo sviluppo di mete desiderabili, ma in difficoltà e non ultimo quali motivazioni più profonde risiedono dietro la scelta turistica.

giornata mondiale turismo

 

Il turismo sostenibile

L'impatto sociale e ambientale del turismo di massa è oggi un problema che non può essere ignorato, avendo già fatto qualche danno. Ecco che la riflessione che sarà protagonista della Giornata Mondiale del Turismo sarà sulla sostenibilità, un concetto complesso che in quest'ambito non sembra avere ancora una definizione del tutto chiara.

Il turismo sostenibile secondo L'Associazione Italiana Turismo Sostenibile fa riferimento ad un insieme di scelte che mediano l'impatto turistico e che coinvolgono tutte le figure impegnate in questo processo: dall'organizzatore alle comunità locali.

L'obiettivo è quello di rispettare l'ambiente, le risorse e soprattutto gli interessi dei "padroni di casa" perché siano loro a beneficiare dei frutti della loro terra. Ciò significa che non esiste una formula unica, ma occorre un riflessione specifica per ogni territorio.

 

Sei un turista fai da te o no?

 

Il turismo come risorsa psicologica

Il viaggio è anche un'esperienza personale che si basa su profonde motivazioni psicologiche che variano moltissimo. La scelta della meta turistica si basa sulla ricerca di uno stato di attivazione stimolante; ciò significa che non esistono viaggi stimolanti o noiosi, ma tutto dipende dalla persona e da cosa cerca in quel momento. Secondo lo psicologo Crompton esistono una serie di motivazioni principali:

  1. evadere dalla routine giornaliera
  2. esplorare ambienti nuovi per migliorare la conoscenza di Sé
  3. godere di prestigio sociale
  4. regredire ad attività meno formali e più gioviali
  5. rafforzamento dei legami familiari.

A voi la scelta!

 

Psicologia del viaggiatore: perché partiamo?

 


Per approfondire:
> Vai al sito del World Turism Day

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: