Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
20887
Violenza psicologica

Per violenza psicologica si fa riferimento a qualunque forma o espressione di abuso psicologico là dove, nell’ambito di una relazione di qualsiasi natura, una o più persone utilizzino il proprio ruolo per mortificare e umiliare la vittima a prescindere dalla violenza fisica. La violenza psicologica può essere diversa a seconda della natura della relazione nell’ambito della quale viene perpetrata. Fra le forme più comuni vi sono il mobbing e la violenza di genere, in particolare la violenza sulle donne che è anzitutto psicologica e agita tramite episodi reiterati di umiliazione e svalutazione.

Chi sono i co-operatori?

Chi sono i co-operatori?

CO-OPERATORI | Violenza psicologica

Non ci sono co-operatori per Violenza psicologica. Clicca qui per candidarti come co-operatore.

Articoli più recenti

Il 25 Novembre è la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, ma cosa si intende per violenza? Si tratta di un fenomeno che presenta componenti fisiche, psicologiche e sociali, la cui importanza viene ribadita dalle Nazioni Unite che ne sottolineano diversi aspetti: > La violenza è una violazione dei diritti umani, > La violenza contro le donne è diretta espressione della discriminazione che colpisce le donne che ancora oggi soffrono di persistenti dis... »

Di Francesca Cilento

Laurea in Giurisprudenza nel 1993, con perfezionamento in Criminologia, Psicopatologia forense e Psicologia criminale. Cinzia Mammoliti è ritenuta tra i massimi esperti nazionali in materia di manipolazione relazionale e violenza psicologica. L'abbiamo intervista sul suo ultimo libro "Intervista a un narcisista perverso" con cui Cinzia si confronta in un dialogo che ha il sapore aspro di una battaglia.   Un libro che si legge tutto d’un fiato come un bel romanzo. ... »

Intervista a Cinzia Mammoliti

Proprio l'altro giorno, conoscendo la mia opinione in proposito, qualcuno mi ha chiesto: ma non sarà che le cause del bullismo sono tutte queste tecnologie di comunicazione e messaggini invece del vuoto di cui parli tu? Ancora oggi abbiamo bisogno di chiarirci sul cyberbullismo che non è un fenomeno che nasce da Internet o dallo smartphone, ma che si nutre del loro cattivo uso. Il suffisso "cyber" ci parla di un contesto in cui il bullismo viene messo in atto piuttosto che di un... »

Di Francesca Cilento

Violenza domestica: come uscirne? È la domanda che le stesse donne vittime di violenza da parte di mariti o ex compagni si pongono ed è la domanda che gli operatori stessi, che ricevono le richieste di aiuto di queste donne o, raramente, dei loro compagni, si pongono. Già perché, quando è di violenza psicologica che si parla, le cose sono un po’ più complesse delle storie a lieto/drammatico fine patinate e confezionate per essere raccontate in t... »

Di Cristina Rubano

Il 2 Ottobre, nel Giugno del 2007, è stato proclamato dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il giorno dedicato alla NON VIOLENZA. Si tratta di una giornata dedicata a dei valori su cui è facile trovarsi d'accordo, ma che può essere difficile mettere in pratica: tolleranza, pace e comprensione. Il giorno è stato scelto perché il 2 Ottobre ricorre la nascita di Gandhi, personaggio carismatico e grande sostenitore della pace, nonché colui che ha co... »

Di Francesca Cilento

Far lavorare un bambino, farlo lavorare duramente è un crudeltà sia a livello fisico, sia livello sociale e soprattutto psicologico. L'Unicef stima che il lavoro minorile (e così i suoi effetti sui bambini) coinvolga 150 milioni di bambini (5-14 anni) nel mondo; sono cifre da brivido inestricabilmente legate al fenomeno della povertà. Uno dei problemi maggiori è la difficoltà stessa a raccogliere dati ed è difficile proteggere l'infanzia, quand... »

Di Francesca Cilento

Il 25 Novembre, come ogni anno, si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. È sempre difficile scrivere in occasioni come questa, la sensazione è che tutto sia stato già detto, nonostante molto ci sia ancora da fare, non soltanto per prevenire singoli fenomeni di violenza, ma, cosa ancora più fondante, cambiare lo stesso tessuto culturale e sociale su cui si innesta non solo la violenza sulle donne, ma la violenza di genere in quanto tale.... »

Di Cristina Rubano

Nel 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre istituì quella del 25 novembre come Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne invitando i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica su questo tema. La data simbolica del 25 novembre fu scelta da un gruppo di attiviste di Bogotà in memoria della data del brutal... »

Di Cristina Rubano

Il femminicidio è un argomento che prende molto spazio nelle notizie di questi tempi (speriamo non invano), ma non si tratta di una novità bensì di un fenomeno con profonde radici e cause culturali. L'uccisione della partner reca l'impronta di una cultura ancora convinta che l'uomo possa possedere la propria amata costringendola anche con la forza ad accettare questo legame che non necessariamente si chiama amore.   Il fenomeno Il termine femminicidio pone di per s&e... »

Di Francesca Cilento

Per quanto riguarda i segnali d’allarme di possibile violenza sulle donne bisogna innanzitutto precisare che se la prevaricazione inizia già nelle prime fasi del rapporto è molto probabile che prosegua durante la convivenza o il matrimonio. Inoltre una volta verificata la prima aggressione fisica è probabile che la cosa si ripeta e che anzi registri una progressione in gravità con il passare del tempo: in casi come questi meglio essere consapevoli che è... »

Di Laura Gazzella

E’ forse l’immagine in assoluto più comune: una donna alza le braccia e tenta di ripararsi dal suo aggressore; altre volte campagne e movimenti contro la violenza sulle donne utilizzano immagini ancora più esplicite mostrando lividi o altri segni fisici di maltrattamento. Ma non è con la violenza che si combatte la violenza; le rappresentazioni sociali delle differenze di genere stentano ad unire parità di diritti con rispetto e valorizzazione delle dif... »

Di Cristina Rubano

L'autoaggressività può sembrare una condotta molto strana a patologica, lontana dal quotidiano. In realtà ne esistono varie forme che vanno dalle espressioni più lievi, socialmente accettate a quelle più dichiaratamente manifeste se non patologiche e dalle conseguenze irreparabili. Ma perchè ci si aggredisce?   L'autoaggressività secondo Freud e Dollard L'aggressività può assumere varie forme e direzioni inaspettate. Si parla... »

Di Francesca Cilento

Cinzia Mammoliti, laureata in Giurisprudenza con specializzazione in Criminologia, è da sempre impegnata nella prevenzione della violenza psicologica, della manipolazione relazionale, dello stalking e del mobbing. L'abbiamo intervistata sul tema molto dibattuto e attuale che affronta nel suo libro I serial killer dell'anima: quello di persone, soprattutto donne, vittime di umiliazioni, molestie e violenze da parte di persecutori da cui non riescono a fuggire.   Chi sono i serial k... »

Intervista a Cinzia Mammoliti

Scarica flash player