Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA DEPRESSIONE REATTIVA: SINTOMI, CAUSE E TERAPIE

La depressione reattiva è una specifica forma di disturbo dell’umore che colpisce a seguito di un forte trauma. Scopriamo i sintomi e le terapie per curarla

La depressione è uno dei più temibili disturbi dell’umore, ma la sua natura può essere variabile.

Due forme nello specifico andiamo a delineare: la depressione endogena e la depressione reattiva. La distinzione si basa essenzialmente sulla causa di insorgenza del disturbo.

La depressione endogena insorge in modo repentino a causa di un conflitto interiore, a volte, difficile da rintracciare.

La depressione reattiva invece, è la conseguenza di un evento drammatico e traumatico, come un lutto e emerge gradualmente nell’individuo.

 

Depressione o Disturbo post traumatico

Definendo la depressione reattiva come una risposta ad una situazione difficile e traumatica, si potrebbe confonderla con il disturbo post traumatico da stress, cioè quell’insieme di sintomi che insorgono dopo l’esposizione ad una situazione fortemente stressante.

Nel primo caso però la causa scatenante è di natura specifica, si tratta di un evento che comporti una ferita narcisistica nell’individuo: l’amor proprio del soggetto viene messo a dura prova e scatena la reazione depressiva. Lutti, aborti e perdita del lavoro sono degli esempi calzanti, anche se ognuno può sentirsi colpito in tal modo da eventi differenti.

La depressione reattiva è quindi una risposta esagerata all’evento, nel senso che ne impedisce l’elaborazione, proprio perché è il soggetto che si mette in discussione.

 

Come si manifesta la depressione reattiva

La depressione reattiva è direttamente collegabile all’evento scatenante anche dalla persona che sperimenta un evidente sentimento di tristezza.

Come detto in precedenza, il processo che si mette in atto richiede del tempo, ma il grado di intensità è estremamente variabile. Anche la gravità del quadro clinico può essere di lieve o grave entità, fino ad una cronicizzazione della patologia.

La depressione reattiva consta 4 diversi componenti:

  1. Un generale abbattimento fisico: stanchezza, astenia e debolezza muscolare,
  2. Coazione a ripetere, cioè la tendenza a ripetere quadri comportamentali disfunzionali,
  3. Fragilità psicologica, soprattutto a livello emotivo
  4. Generale sentimento di pentimento a livello esistenziale.

 

La terapia per la depressione reattiva

Il quadro clinico di questa patologia e soprattutto la natura della sua insorgenza fa si che la terapia abbia come obiettivo quello di supportare il corretto superamento della ferita narcisistica.

A tale proposito si preferisce un percorso di psicoterapia, piuttosto che l’uso di farmaci che potrebbero indurre facilmente a forme di dipendenza.

 

La depressione reattiva e il disturbo di personalità borderline: che legame c'è?

 

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: