Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

Francesca Cilento

Francesca Cilento

Francesca Cilento è psicologa e dottore di ricerca in psicologia, specializzata nello studio della comunicazione e delle Nuove Tecnologie. Collabora con il Centro Studi e Ricerche di Psicologia della Comunicazione sulle seguenti tematiche: interazioni mediate, Séonline, blog, culture e sottoculture della rete, dinamiche di gruppo mediate. Al di fuori dell’ambito universitario lavora come formatrice (Comunicazione, dinamiche di gruppo, psicologia sociale, ecc.) presso diverse strutture. Svolge attività di consulenza per onlus e associazioni no profit che operano sul territorio con progetti di ricerca-azione.


Articoli

Personalità e biologia: quale relazione tra loro? La personalità è uno dei costrutti psicologici più noti anche ai non addetti ai lavori, ma questa fama lo rende anche un costrutto confuso. La personalità può essere definita da Carver e Scheier (2012): “(…) un’organizzazione dinamica, entro l’individuo, di sistemi psicofisici che determinano i pattern di comportamento, di pensiero e di emozioni tipici di ciascun individuo&rdqu... »

Quanto ci lamentiamo! Ammettiamolo, spesso ci si lascia andare a momenti di vera e propria lagna, a volte, invece, vediamo comportamenti, atteggiamenti e abitudini non proprio salutari eppure non riusciamo ad abbandonarle. Quando tutto dipende da noi, perché si cambia con facilità, cosa ci impedisce di essere davvero motivati al cambiamento?   Cosa c’è che non va? Il nostro percorso al cambiamento inizia con un’analisi reale di cosa vogliamo modificare ne... »

La superbia è uno dei peccati capitali, uno dei peggiori comportamenti che, secondo la religione cattolica, affetta un essere umano. La superbia, però, non è frutto del Cristianesimo perché è nota la sua presenza nella mitologia greca e, anche in questo caso, prevedeva punizioni esemplari. Un esempio è quello di Prometeo che, pur volendo aiutare il genere umano, agli occhi degli dei passò il segno, ovvero prese una decisione al di là del... »

Frustrazione:  durante i corsi sull’intelligenza emotiva è uno dei mie assi nella manica. Perché? Perché quando chiedo alle persone quali siano le emozioni presenti nel loro vocabolario emotivo, la frustrazione è una delle grandi assenti e, anche quando se ne approfondisce il significato, spesso la si confonde con la tristezza. Ma allora perché questo legame con l’aggressività?   Siamo frustrati? Oggi la frustrazione non &e... »

Il sarcasmo è sicuramente uno degli stili comunicativi che si incontrano nella vita da adulti. Può essere utilizzato inconsapevolmente, ma il più delle volte è una potente arma comunicativa usata per offendere o per difendersi. La comunicazione sarcastica si avvicina a quella ironica per l’intenzione di deridere qualcuno o qualcosa, ma a questa si aggiunge una nota di rimprovero nei confronti dell’oggetto di discussione o di disprezzo.   La discomu... »

I test di intelligenza sono strumenti costruiti per dare una quantificazione chiara, univoca e confrontabile sul possesso di una facoltà tanto importante. Lo Stanford-Binet è tra i primi test usati per misurare l’intelligenza dei bambini e la sua importanza andò ben oltre l’ambito della psicologia. In Francia venne usato nei primi anni del ‘900 e i suoi risultati andarono contro l’opinione corrente che i bambini poveri fossero meno intelligenti. La... »

L’imprinting è uno dei più grandi contributi alle teorie dell’apprendimento che non giunge da uno psicologo e neanche dall’osservazione del comportamento umano, ma dall’etologo Konrad Lorenz. Lorenz osservando la schiusa delle uova delle papere si accorse che nei primissimi momenti di vita le papere si “attaccavano” alla madre, cioè al primo essere vivente che vedevano accanto a loro e poi lo seguivano per imparare ad essere “vere... »

"Una famiglia in crisi": è una definizione che spesso sentiamo nei telegiornali quando si parla di eventi particolarmente gravi o traumatici che hanno causato profondi cambiamenti. In letteratura però si sottolinea,  a partire dagli anni 80, che la crisi familiare non è necessariamente la conseguenza di un evento di gravità eccezionale. Secondo il Family Stress Model è più corretto parlare di una sfida che vede la famiglia in un momento in cui &e... »

Le Nuove Tecnologie hanno avuto impatti in tanti ambiti diversi con conseguenze inaspettate. Anche la famiglia non è risultata indenne da questa  grande innovazione che ha trovano i genitori sprovvisti di strumenti su come affrontare le nuove sfide poste ai loro figli di fronte a piccole e superefficienti porte aperte al mondo intero. Quali sono le problematiche e come affrontarle? Un aiuto vi viene dal modello socio-tecnologico di Jane Lanigan.   Le conseguenze Lungi da me a... »

Quando si aspetta un figlio, l'incognita del genere (fin quando dura) genera non poche domande. Avere un figlio maschio o femmina porta i genitori ad avere aspettative e paura molto diverse tra di loro. A partire dalle somiglianze fisiche per finire con il supposto amore più intenso per un figlio del sesso opposto. Ma cosa c'è di vero in queste dicerie? Quali sono le insidie e le opportunità nella relazione madre -figlio? Complesso edipico Molti autori si sono cimentati ... »

Internet nasce come simbolo di libertà di pensiero e di espressione, ma questo diritto a volte viene confuso come possibilità di parlare male di chiunque e qualunque cosa: è il caso degli haters. Anche se ci siamo lasciati alle spalle le prime teorie sulla comunicazione digitale che descrivevano la rete come una giungla priva di regole e ricca di aggressioni verbali è anche vero che oggi il marketing conversazionale deve vedersela con gli haters. Chi sono? Coloro c... »

In questo primo mese dell'anno stanno prendendo l'avvio molti progetti formativi nelle scuole, e, una delle richieste più frequenti che arrivano riguarda proprio un metodo per integrare le nuove tecnologie a scuola. Si tratta di una domanda molto delicata e difficile perché si presta a molteplici interpretazioni e resistenze. E' fondamentale prima di tutto capire cosa intendono gli insegnanti per integrazione e quale resistenze hanno nei confronti dei moderni device e dei serviz... »

Il tema dei figli su Internet e dei minori e le Nuove Tecnologie scatena negli adulti atteggiamenti molto protettivi. La paura di fare brutti incontri o di visionare materiali non idonei ci porta a riflettere su come evitargli esperienze digitali negative. Ragionare sull’educazione digitale significa anche considerare l’altra faccia del problema: e se fossero loro a causare problemi? Cyberbullismo, sexting, spese folli, ma anche diffusione di materiali poco idonei possono essere c... »

Educare al digitale è una questione spinosa per genitori ed insegnanti. La differenza generazionale tra migranti digitali e touch generation rende difficile integrare la nostra infanzia con i nuovi strumenti a disposizione. La questione diventa ancora più difficile se poi consideriamo che è difficile immaginare coma un bambino possa vivere questa totale apertura al mondo e  al pubblico dato che non è stata vissuta dagli adulti odierni. Tante domande possono so... »

Controllare i figli è da sempre una priorità dei genitori e un ostacolo alla propria libertà che ogni figlio deve eliminare come conquista personale. Un tempo la possibilità di poter uscire di casa da soli costituiva un primo passaggio per questa emancipazione, con la possibilità di avere uno spazio proprio un po’ più difficile da raggiungere. Il controllo a distanza quindi non è solo parental control, ma anche una nuova forma di relazion... »

1 di 49