Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
20579
Intelligenza

L'intelligenza è l'insieme di funzioni conoscitive, adattative e immaginative generate dall'attività cerebrale dell'uomo e degli animali. Il quoziente di intelligenza, o quoziente intellettivo, è una cifra che esprime il rapporto tra l'età anagrafica e l'età mentale (ovvero le capacità intellettive) di una persona. È focalizzato soprattutto sull'intelligenza linguistica, che si esprime attraverso la padronanza del linguaggio e delle parole, e sull'intelligenza analitica, che comporta l'abilità nei calcoli e nella valutazione di oggetti concreti o astratti.

Chi sono i co-operatori?

Chi sono i co-operatori?

CO-OPERATORI | Intelligenza

Non ci sono co-operatori per Intelligenza. Clicca qui per candidarti come co-operatore.

Articoli più recenti

Secondo Goleman l’intelligenza emotiva è la capacità di esprimere correttamente il proprio vissuto, riconoscere le proprie ed altrui emozioni, gestirle e indirizzarle in condotte funzionali, assumere condotte sociali adeguate e un atteggiamento empatico. Nello specifico si articola in consapevolezza, autocontrollo, motivazione, empatia e abilità sociali. Ognuno di questi aspetti influenza fortemente il contesto scolastico a livello di apprendimento, comportamento, v... »

Di Milena Rota

Il termine quoziente intellettivo è diventato di uso comune e sempre più spesso spopolano sul web notizie scarsamente verificate rispetto alla sua natura e alla possibile influenza da parte di particolari stili di vita e condotte. Tra gli esperti viene definito come il rapporto tra età mentale ed età cronologica (moltiplicato per 100) e indica il livello cognitivo di un individuo rispetto a parametri medi, quindi il livello di intelligenza. È una caratterist... »

Di Milena Rota

L’intelligenza è una realtà multisfacettata che anche la comunità scientifica fatica a definire. Nel complesso possiamo dire che è una funzione mentale superiore, che caratterizza l’essere umano e lo rende capace di utilizzare in modo adeguato le conoscenze, le strategie, gli schemi di azione e di pensiero, per rispondere in modo adeguato alle situazioni, raggiungere obiettivi e risultati. Ma è anche capacità creativa, di adattamento, di r... »

Di Milena Rota

Non avete mai avuto il desiderio di conoscere il vostro Quoziente intellettivo (QI), di sapere qual è il vostro livello di intelligenza e quanto esso sia differente o simile i valori delle persone che vi stanno attorno? Insomma potremmo parlare di un desiderio di quantificare la propria intelligenza, che per molti è simbolo del proprio valore personale, delle proprie abilità e potenzialità, nonché della possibilità di successo. Questo è quello ... »

Di Milena Rota

Mary è la protagonista del film "Gifted: Il Dono Del Talento" (2017), una bambina di 7 anni che manifesta una eccezionale capacità nella matematica e non solo. A scuola Mary si annoia, conosce tutte le risposte, ritiene inutile e banale la spiegazione della maestra e non comprende la necessità di andare a lezione Mary è una bambina plusdotata. Quando si parla di plusdotazione si fa riferimento ad un complesso insieme di caratteristiche personali, comportamentali e ... »

Di Milena Rota

I test di intelligenza sono strumenti costruiti per dare una quantificazione chiara, univoca e confrontabile sul possesso di una facoltà tanto importante. Lo Stanford-Binet è tra i primi test usati per misurare l’intelligenza dei bambini e la sua importanza andò ben oltre l’ambito della psicologia. In Francia venne usato nei primi anni del ‘900 e i suoi risultati andarono contro l’opinione corrente che i bambini poveri fossero meno intelligenti. La... »

Di Francesca Cilento

Brutta notizia per tutti i convinti sostenitori della lentezza, della decrescita felice e magari anche dello slow food: il multitasking si può, anzi, a quanto pare, si deve!  Recenti studi sembrano confermare inaspettatamente che, svolgere due attività contemporaneamente, non è necessariamente dannoso, ma anzi può ottimizzare entrambe le performance. Solo ad alcune condizioni però!   I benefici del multitasking Avevamo finalmente provato un sospiro... »

Di Cristina Rubano

Controllare lo smartphone è l’ultima cosa che fate prima di andare a dormire? Non potete stare più di 30 minuti senza controllare che non vi sia arrivata qualche mail o messaggio? Lo utilizzate in contemporanea con altri dispositivi digitali e alle normali interazioni vis a vis? Magari leggendo queste domande penserete “no io no…!” ma, forse, ripensandoci più attentamente potreste scoprirvi non troppo distanti da queste descrizioni. Le nuove tecno... »

Di Cristina Rubano

Il genio solitamente è incompreso e anche solo. Si tratta di uno stereotipo o davvero le menti brillanti sono destinate a lavorare in solitudine (scelta o forzata)? Anche i bambini molto intelligenti spesso rifuggono la compagnia dei pari perché troppo "bambini" per i loro ragionamenti. È possibile che sociale e cognitivo non viaggino alla stessa velocità creando una sorta di frattura o è fattibile riallineare le menti brillanti alla vita comune?   Le d... »

Di Francesca Cilento

Il termine Multitasking non è di natura psicologica, ma afferisce al campo dell'informatica e fa riferimento alla capacità di un sistema operativo di svolgere più compiti contemporaneamente. Oggigiorno questo termine viene usato anche per descrivere la possibilità di una persona di compiere più azioni, complici le Nuove Tecnologie. Ad esempio, i nativi digitali dovrebbero essere molto a loro agio con il multitasking perché l'uso del computer sin dalla... »

Di Francesca Cilento

Walter Mitty è il protagonista dell’ultimo film di Ben Stiller (I sogni segreti di Walter Mitty, 2013): uno schivo archivista di pellicole fotografiche per una grande rivista americana che, nel lavoro come nella vita, vive ritirato e silenzioso conducendo un’esistenza frustrante e monotona, con difficoltà nell'instaurare con gli altri le relazioni che pure tanto vorrebbe. Lo salva la sua straordinaria capacità di fantasticare imprese straordinarie che “c... »

Di Cristina Rubano

Non è insolito pensare che chi abbia delle idee molto lontane dalle nostre non abbia ragionato a fondo su un problema o sia fondamentalmente meno dotato di ragionevolezza. Nel caso del razzismo la domanda è stata affrontata da psicologici e ricercatori per capire se chi ha forti pregiudizi su persone di differenti etnie abbia anche uno scarso livello di intelligenza.   Razzismo e intelligenza Prima di cercare di trovare una risposta a questa domanda è opportuno chiar... »

Di Francesca Cilento

La teoria delle intelligenze multiple sviluppata da Gardner postula che non esiste un fattore di intelligenza generale, ma che al contrario ognuno sia portatore di una “rosa” di intelligenze diverse, originali come è originale ogni individuo. Alla base di questa concezione c’è l’importanza attribuita all’apprendimento esperienziale che ciascuno di noi realizza nell’ambito dei contesti culturali in cui nasce e cresce. Studiando l’evoluzio... »

Di Laura Gazzella

Nel suo celebre libro L’intelligenza emotiva: cos’è, perché può renderci felici (Rizzoli, 1996), Daniel Goleman evidenzia l’importanza di saper riconoscere e utilizzare le emozioni proprie e del partner per gestire i conflitti di coppia in modo costruttivo, funzionale alla conoscenza reciproca e alla crescita della coppia. Là dove manca questa “alfabetizzazione emotiva” si apre, fra i due partner, una distanza sempre maggiore che pu&og... »

Di Cristina Rubano

È in libreria, edito da Laterza, Psicologia dell'intelligenza, un testo che si interroga su cosa sia, come si sviluppi e di che cosa sia capace la nostra intelligenza. Le autrici Silvana Miceli e Amelia Gangemi superano il concetto di quoziente intellettivo come un qualcosa di misurabile attraverso semplici test psicoattitudinali e allargano il discorso parlando dell'intelligenza come quella facoltà umana che ha a che fare con l'ambiente, il DNA, la creatività e diversi ... »

Intervista a Silvana Miceli e Amelia Gangemi

1 di 2

Scarica flash player