Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA PAURA DEL BUIO

La paura del buio è una classica paura infantile che ha delle radici istintuali, ma cosa accade quando permane nell'adulto? Vediamo quali sono i fattori che predispongono fin da piccoli a continuare ad avere paura.

La paura è un'emozione utile che ci avvisa di un potenziale pericolo, attiva le nostre risorse per la fuga o l'attacco. La paura del buio è una delle più antiche e trasversali che probabilmente accompagna l'infanzia della maggior parte degli individui. Cosa significa quando alla paura dell'ignoto si aggiungono delle tinte irrazionali? Dove va a finire l'utilità?

 

Le paure infantili

La paura del buio è una delle più classiche paure infantili perché affonda le sue radici in un istinto naturale e fa parte di un corredo innato. Questa paura fa parte del nostro spirito di conservazione e si lega alla sensazione di non essere totalmente al sicuro in un ambiente dove non si distinguono tutti i particolari circostanti.

In un bambino ciò si associa anche all'esperienza della separazione dai genitori, con cui si sente al sicuro, per dormire da solo o comunque lontano da loro. A partire dai due anni è molto probabile che nascano questi timori, uniti alla paura dei mostri (insicurezze di vario genere personificate da personaggi fantastici) che spesso permangono fino ai 5 anni. Il bambino va rassicurato e aiutato ad adattarsi anche per gradi affinchè superi con successo questa prova.

 

Il buio per gli adulti

Anche gli adulti possono avere paura del buio, ma è un'esperienza che si avvicina più alla fobia. L'oscurità scatena dei pensieri ossessivi e irrazionali uniti ad una scarica emotiva incontrollabile.

Nell'adulto ciò è spesso dovuto a dei traumi infantili associati al buio (quando il disagio perdura nel tempo) o può essere temporaneamente causato da un periodo problematico.

In questi casi è utile richiedere un supporto psicologico che controlli quale difficoltà si nasconde in profondità, come la difficoltà a tenere tutto sotto controllo.

 

La predisposizione alla paura

Cosa può scatenare una profonda fobia del buio nell'adulto? Esistono alcuni indicatori che possono essere tenuti in considerazione dai genitori fin da quando cercano di affrontare la situazione con i figli:

  • esiste una predisposizione genetica all'ansia che viene acuita dall'esempio. Genitori ansiosi caricano di emotività il bambino che potrebbe non essere in grado di gestirla;
  • esperienze traumatiche infantili devono esser gestite per impedire che si ripresentino come paura del buio: separazioni, lutti, malattie, ecc.

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: