Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
20734
Gestire emozioni

Gestire le emozioni - soprattutto quelle negative, come la rabbia, l'aggressività, la frustrazione - comincia, necessariamente, con il riconoscerle e accettarle per quello che sono: ovvero, modi di risposta alle situazioni che sono spontanei e passeggeri. Non bisogna averne paura, né tantomeno permettere che siano loro a plasmare il nostro umore e le nostre azioni. La vergogna, ad esempio, non è un'emozione negativa ma, se ben compresa, può essere utile ai fini della nostra crescita personale

Chi sono i co-operatori?

Chi sono i co-operatori?

CO-OPERATORI | Gestire emozioni

Non ci sono co-operatori per Gestire emozioni. Clicca qui per candidarti come co-operatore.

Articoli più recenti

  Felicità deriva etimologicamente dal latino “felix”, un termine derivato a sua volta dal verbo “Phyo” che in greco rimanda al produrre, creare, fecondare… La felicità sembra dunque rimandare, nel suo significato più letterale, ad una condizione di creatività, fecondità psichica in cui si raggiunge un “frutto”, un risultato, un obiettivo che dà un qualche tipo di appagamento. Sarebbe quindi uno stato de... »

Di Cristina Rubano

La vergogna è un’emozione sfuggente, spesso alle sue più eclatanti manifestazioni sul piano comportamentale (rossore, nascondimento) corrisponde una grande difficoltà a riconoscerla e ammetterla sé stessi. Per questo si comporta un po’ come una “particella subatomica” (Lewis, 1995): la rileviamo soprattutto mediante tracce indirette, camuffata dietro altre emozioni (rabbia, tristezza, colpa). È inoltre difficile da “pensare&rdqu... »

Di Cristina Rubano

Qualche tempo fa mi trovavo in linea con l’assistenza telefonica di una casa produttrice di condizionatori, esposti i “sintomi” del malfunzionamento,  attendevo di conoscere costi e modalità per la sostituzione del pezzo che aveva riportato il guasto. Mi fu comunicato che non conveniva effettuare la riparazione: sarebbe costato molto meno sostituire l’intera macchina con una nuova. È questa la logica dell’attuale società dei consumi, una... »

Di Cristina Rubano

Cosa sono le emozioni? L’etimologia stessa - dal latino: e (fuori) - moveo (muovo, agito) – sottolinea la loro valenza reattiva: si tratta di reazioni affettive intense, piacevoli o spiacevoli, che ci inducono ad agire e che provocano effetti sia psichici che somatici (si pensi alle “farfalle nello stomaco”o al batticuore per l’ansia o la gioia).   Elenco delle componenti delle emozioni Le emozioni sollecitano dunque complesse risposte psico-fisiche nel nost... »

Di Cristina Rubano

  La speranza è un oggetto di studio relativamente nuovo nell’ambito delle scienze psicologiche, tradizionalmente più interessate a stati di disagio che a ciò che consente alle persone di essere felici e in salute. Da alcun decenni esistono però alcune branche come la Psicologia Positiva e la Psicologia della Salute che pongono rilievo proprio su questi aspetti sani e di sviluppo della persona. Concordemente, anche altre branche teoriche della psicologia... »

Di Cristina Rubano

  Pronti a dire “Addio” ai sensi di colpa? Beh, dipende! Il senso di colpa, come ogni altra emozione, può essere sano quando ci aiuta a gestire le nostre scelte con maggior consapevolezza, diventa disfunzionale se funziona da “tormentatore” interno che guasta ogni nostro momento di gioia o relax. Andiamo a conoscerlo più da vicino.   Cos’ è il senso di colpa? “…è tutto il senso di colpa, altrimenti potresti esser... »

Di Cristina Rubano

Siete arrabbiati col vostro capo? Qualcuno suggerisce di prendervela con una bambola woodoo e sfogare così tutta la vendicativa aggressività che non potete esternare al legittimo destinatario (a meno che non vogliate perdere il posto). La rabbia tuttavia non va sfogata ma trasformata: sapersi arrabbiare può essere un carburante motivazionale di grande importanza per portare avanti con assertività i nostri interessi. Attenzione dunque a non “bruciarla&rdq... »

Di Cristina Rubano

Il tabagismo è uno dei fenomeni di chiara dipendenza da sostanze che ha assunto proporzioni epidemiologiche in tutto il mondo occidentale e occidentalizzato. L’usanza di fumare svariate tipologie di sostanze vegetali appartiene d’altra parte anche a molte culture antiche o estranee alla civiltà moderna. In cosa il tabagismo però si differenzia e perché viene, a torto o a ragione, associato allo stereotipo della sigaretta come antistress?   Rituali ... »

Di Cristina Rubano

Era un noto personaggio di una vecchia serie televisiva anni ’80: Hulk, gigante verde, alter-ego di un mite scienziato, animato da una forza inarrestabile e irragionevole. Questo personaggio fornisce una rappresentazione caricaturale delle caratteristiche dell’archetipo Ares. L’uomo in cui questo archetipo è predominante reagisce d’impulso sia alle passioni amorose che all’ira senza tenere conto delle conseguenze. La sua forte istintualità lo rende ... »

Di Cristina Rubano

Vi sentite felici o innamorati? Probabilmente, se vi fermate un attimo a prestare attenzione alle sensazioni fisiche che accompagnano i vostri sentimenti, noterete un’attivazione diffusa, un generale “fermento” in quasi tutto il vostro corpo… Se siete tristi o, ancor peggio, depressi? Probabilmente accadrà il contrario: braccia, gambe, testa, torace… niente si muove, registrerete una “disattivazione” corporea che accompagnerà appunto i... »

Di Cristina Rubano

  Jackson Pollock, la cui vita tormentata è raccontata nell’omonimo film (Ed Harris, 2000), fu artista acclamato e uomo problematico: per tutta la vita diviso fra un’indole impetuosa e irascibile che poteva sopraffarlo (fu malato di depressione e alcolismo) o trovare nell’espressione artistica il modo di sublimare l’emotività tempestosa che lo caratterizzava. Questi aspetti dell’animo maschile fanno parte dell’archetipo Poseidone: un&rsqu... »

Di Cristina Rubano

  La ricerca è stata pubblicata nel 2014 ma è recentemente tornata a rimbalzare sulle pagine social di qualche sito di informazione. Un gruppo di studiosi del Monell Chemical Senses Center di Filadelfia si è preso la briga di studiare le interazioni fra consumo di cibi dolci, secrezione ormonale e situazioni di stress. Le conclusioni sarebbero più che semplici: lo stress induce una serie di risposte fisiologiche, compresa la secrezione di particolari ormoni ch... »

Di Cristina Rubano

Il termine autismo solitamente spaventa e crea elevato allarmismo soprattutto nei genitori che hanno il timore di trovarsi un giorno a dover affrontare una serie di difficoltà a causa di questo disagio. Sicuramente un bambino con autismo infantile vive un’esperienza di vita tutt’altro che semplice, così come coloro che si prendono cura di lui e hanno a cuore il suo benessere. Le complicanze sono molte così come anche le energie da mettere in campo, ma sicurame... »

Di Milena Rota

Il disgusto è un’emozione che avrebbe il preciso scopo di difenderci da sostanze potenzialmente velenose e pericolose per la nostra sopravvivenza. La reazione di avversione/rigetto che esso provoca ha dunque un importante funzione adattiva. Il disgusto svolge tuttavia anche altre importanti funzioni più inerenti alla nostra vita psicologica. Rifiutiamo il contatto con ciò che percepiamo repellente e disgustoso non solo se rappresenta un concreto pericolo per la nost... »

Di Cristina Rubano

Tutti di fronte ad un torto subito avranno provato almeno una volta un chiaro desiderio di vendetta, magari anche indulgendo in fantasie più o meno elaborate sul “modus operandi” da adottare nei confronti del proprio aggressore. Non sempre però questo impulso che potremmo ritenere trasversale alla natura umana viene messo in atto concretamente. Perché alcune persone agiscono la propria vendicatività mentre altri mostrano di poter addirittura perdonare u... »

Di Cristina Rubano

1 di 10

Scarica flash player