Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

FORMAZIONE MOTIVAZIONALE

La formazione motivazionale può davvero aiutare a “ricaricarsi” nella vita? Certo è che è sempre più frequente perdere l’entusiasmo ed è invece importante poter contare su un giusto livello di energia e concentrazione per svolgere al meglio gli impegni lavorativi. Vediamo insieme cos'è la formazione motivazionale e quando è necessaria per aiutare i lavoratori

La formazione motivazionale come strada per ritrovare la carica, l’entusiasmo, la voglia di farcela. Insomma: per riappropriarsi di una motivazione, giustappunto. Il pericolo, però, è che una volta ricevuta l’iniezione di “energia”, i partecipanti ritornino nuovamente a farsi risucchiare dalla routine quotidiana, il che vuol dire - molto banalmente - ripiombare nello stato di grigiore che subito fa perdere ogni ragione per continuare a fare le cose. Ovviamente non si tratta di depressione, solo può capitare che in alcuni momenti della vita si vada avanti un po’ per inerzia, che si perda quello spirito mentale che invece risulterebbe indispensabile per affrontare con vigore, oltre che con successo, le quotidiane sfide sul posto di lavoro. 

 

Formazione motivazionale: le mille sfumature del lavoro

Ecco, allora, che il lavoro diventa un’attività di cui non si può fare a meno, e non perché senza di esso si smetta in qualche modo di esprimere la parte migliore di se stessi ma, semplicemente, perché in sua assenza non ci sarebbe altro modo per pagare le bollette! E, d’altra parte, è evidente che alla base della ricerca e del mantenimento del posto di lavoro c’è sempre la necessità di doversi mantenere, di vivere dignitosamente e di riuscire a far fronte ai propri bisogni. Tuttavia l’importanza di avere un lavoro è anche legato al desiderio più profondo di esprimere se stessi, di dare sfogo ad un talento naturale. In questo senso, il lavoro non si traduce più in semplice mezzo per sostenersi ma diventa, al contrario, l’obiettivo da raggiungere per la piena realizzazione della propria persona. I motivi del mancato “entusiasmo” possono essere diversi. A un tratto, per esempio, si può anche perdere la bussola: d’improvviso un lavoro che è sempre piaciuto inizia a stancare, oppure è sul lato delle relazioni che le cose si complicano, come quando nel rapporto con colleghi e superiori la comunicazione si fa così difficile da demotivare completamente nello svolgimento dei compiti. In ogni caso, qualunque sia il motivo, per il lavoratore rimane aperta una strada: quella della formazione motivazionale.

 

Fonte immagine: michaelcardus

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: