Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

CULTURA D'IMPRESA: FORMAZIONE E CAMBIAMENTO

Cultura d'impresa: mettere in discussione ruoli cristallizzati, rompere schemi copionali, integrarsi in modo consapevole e lungimirante nel sistema economico e sociale. Un team che prova un sentimento di appartenenza verso la propria realtà professionale contribuirà a una maggiore diffusione della cultura d’impresa. La formazione comportamentale è risorsa.

Cultura d'impresa: curare lo sviluppo dell’azienda, del territorio, del Paese, attivando un circolo virtuoso al servizio dei consumatori, farsi carico di obiettivi altri oltre il mero profitto, proiettarsi verso il futuro  progettando interventi creativi ed innovativi, valorizzando le risorse, soprattutto le risorse umane, mostrando attenzione ai bisogni e alle esigenze non solo dei consumatori, ma anche della propria forza lavoro. Valori alla base della cultura d’impresa: dedizione, responsabilità, onestà, lungimiranza, rispetto, affidabilità. Risorsa principale atta a far crescere la cultura d'impresa: gli esseri umani. 

Fare cultura d’impresa non può prescindere dall'investire sul capitale umano interno, segno di coerenza, e la formazione comportamentale può dare il suo prezioso contributo in quanto strumento atto a sostenere le risorse umane nei processi di crescita e benessere. Solo un team che gode di "buona salute", nell'accezione di benessere emotivo, sosterrà con motivazione l’azienda nella sua crescita economica, aiutandola ad affrontare con determinazione i diversi competitors presenti sul mercato.  

 

La formazione comportamentale


La formazione comportamentale nasce per sviluppare il potenziale, nonché adeguate competenze trasversali, indispensabili per la produttività, l’integrazione, il benessere in ambito lavorativo. Il lavoratore deve essere sostenuto nel processo di ottimizzazione del ruolo professionale: potenziare la performance, innalzare l’efficacia di alcuni comportamenti, far fronte ai processi richiesti dalla logica dell'innovazione sono operazioni che non possono essere affrontate in solitudine, perché esigono riflessione, autoconsapevolezza, condivisione di difficoltà e vissuti, presenza di nuove conoscenze. 

Sviluppare cultura d'impresa non può prescindere, dunque, dalla cultura della partecipazione, che presuppone il coinvolgere le persone con modalità partecipative integrate. Il gruppo di formazione diviene specchio del gruppo di lavoro: coesione, collaborazione, intersoggettività, appartenenza, circolazione di pensieri, condivisione di esperienze, la formazione comportamentale è occasione per riflettere sul sistema organizzativo, criticità comprese, fungendo da luogo ideale per  generare nuove idee e sperimentare comportamenti pro-attivi, attivando la percezione di poter influire positivamente sulla realtà organizzativa, sentendosi un bene prezioso, tra le principali fonti di motivazione per un lavoratore

Questa formazione non può essere né frettolosa, né sporadica. Necessita, piuttosto, di un adeguato spazio temporale e di una certa continuità, affinché l’individuo possa interpretare i nessi tra le proprie potenzialità, difficoltà, possibilità. Solo uno spazio protetto e affidabile concede la preziosa evenienza di pensare l’impensabile, scovando legami, organizzando risorse e nuove competenze. Spendersi per realizzare il benessere degli esseri umani necessita sempre spazio, tempo e dedizione.

La cultura d'impresa si concretizza mediante la risoluzione di problemi della vita aziendale, preceduti da un fenomeno di apprendimento che ingaggia forze e peculiarità, attivando risorse ad hoc. La circolazione di un valido patrimonio culturale consente di predisporre decisioni e azioni finalizzate ad anticipare gli eventi.

La formazione comportamentale è necessariamente una componente della cultura d’impresa, perché favorisce lo sviluppo socioculturale, tassello importante della crescita economica: esseri umani formati più facilmente saranno informati e motivati, a beneficio della loro competenza tecnica ma soprattutto emotiva.

Il vero benessere aziendale è sempre prima benessere delle sue Risorse Umane. Un sistema di formazione valido consente ai lavoratori di ampliare gli strumenti indispensabili per gestire i più complessi cambiamenti della vita professionali con intelligenza emotiva.  

 

Leggi anche Cosa fa il Welfare manager >>


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: