Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA DIPENDENZA AFFETTIVA MASCHILE È UN PROBLEMA PER UOMINI E DONNE

Sebbene prima non fosse riconosciuta, oggi la dipendenza affettiva maschile viene considerata una patologia a tutti gli effetti. Le cause risiedono nell'infanzia, ma hanno una forte ricaduta sulla vita affettiva presente. Le conseguenze includono anche le donne che cadono nella "trappola" di un rapporto complementare.

La dipendenza affettiva sembra un problema più femminile che maschile eppure tanti sono gli uomini affetti. Alla base ci sono sempre ansia e stress che giungono a livelli incontrollabili e alla fine esplodono all'esterno. Alcuni uomini usano la propria forza fisica come forma di dominio di ciò che ritengono di avere e di dover trattenere, rendendo così la dipendenza affettiva pericolosa per loro e anche per le donne.

 

Cos'è la dipendenza affettiva?

Come nasce la dipendenza affettiva? Maschile o femminile che sia, le cause si ritrovano spesso nell'infanzia e nello specifico nel rapporto con il principale caregiver: la madre. L'iperprotezione materna, unita alla esaltazione del figlio, insinua nella mente del bambino la certezza di meritare ed esigere delle cure attente unite alla totale incapacità di prendersi cura di sé. Queste aspettative ovviamente vengono poi trasferite sulle future mogli o compagne che si ritrovano a dover fare da balia ad un uomo adulto che con ogni probabilità non le apprezzerà mai veramente.

Il vissuto maschile è altrettanto negativo: gli uomini che soffrono di dipendenza affettiva hanno una scarsa autostima e non si sentono in grado di poter prendere delle decisioni in modo autonomo perché non gli è mai stata data l'occasione di misurarsi da soli con il mondo.

 

Le reazioni degli uomini

In realtà esistono diversi modi di reagire a questa educazione e ciò andrà ad influenzare tutte le relazioni future. La dipendenza affettiva maschile è generalmente meno esplicitata di quella femminile e resa nascosta da altri comportamenti:

  • dominazione della compagna;
  • fobia dei legami (uomini costantemente alla ricerca di una compagna alla quale poi rivendicano la loro libertà in breve tempo);
  • rapporti anaffettivi.

I rapporti complementari

Gli uomini affetti da dipendenza affettiva non vengono respinti dalle donne, ma spesso hanno molte relazioni. Ciò dipende dalla facilità con cui si instaurano dei rapporti complementari. La partner in questo caso subisce un rapporto umiliante, simile ad una morsa dalla quale però non ha la forza per staccarsi, assecondando e rendendo più salda la dipendenza affettiva del compagno. Il rapporto diventa ossessivo ed esclusivo; non solo gli altri rapporti vengono allentati e allontanati, ma vengono concessi sempre meno spazi per altre attività. Sia dal versante maschile, sia da quello femminile c'è un fortissimo bisogno di sicurezza che nonostante tutto è garantito da questo amore dipendente.

 

Leggi anche Dipendenza affettiva, saper dire basta >>

 

Immagine | Harold W Olsen

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: