Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

CONSIGLI PER LA "PARTENZA INTELLIGENTE" NELL'ATTIVITÀ

Non sempre le code in autostrada sono negative. Mi sono dovuta far la fila ma è nato il primo articolo. Mi sono chiesta ma davvero esiste la partenza intelligente nei giorni di bollino nero? Così allo stesso modo esiste davvero il mio momento ideale per avviare l'attività durante la famigerata crisi? Nella lunga fila mi sono venuti in mente 7 consigli per la "partenza intelligente" nell'attività, te ne vengono in mente altri?

L'altro week end mentre ero in fila in autostrada, ho osservato un po' le persone nelle altre auto. Alcuni erano spensierati e sorridevano, altri con dei musi lunghi, altri persi nei loro pensieri, altri al telefono. Un piccolo spaccato della nostra quotidianità.

Così, ferma nella mia coda con la radio accesa che passava le notizie, mi sono chiesta: "Ma davvero esiste la partenza intelligente?" e le "code fantasma" quelle che si formano e non hai ben capito perché, si possono evitare? Ma la cosa più bella che mi sono detta è stata: "...alla fine non ti interessa quanto ci metterai, quante code, quanti lavori in corso, quante deviazioni... tra X ore arrivi a casa".

Uscita dall'ingorgo ho avuto una illuminazione: avviare oggi un'attività o una libera professione non è uguale al mio viaggio? Pensaci, tutti sconsigliano di partire con un'attività a causa della famigerata crisi.

Ci vuole coraggio. Un po' come quando hai il bollino nero dell'autostrada. Sai già che incontrerai coda, ma partirai lo stesso, perché hai voglia di raggiungere la meta desiderata. E niente può scoraggiarti.


Ma vediamo quali sono i punti utili per la "partenza intelligente"? Io ne ho individuati 7:

1 - Scegli la meta
Come nelle vacanze, tante volte mi sono sentita dire: "voglio un posto al caldo" (la sauna? il mio soggiorno senza aria condizionata a 40°?) anche da alcuni coach mi è stato detto "voglio fare XY o YZ "(che non è lo stesso business) purché ci guadagni in felicità. Sono idee, non mete -

> obiettivi chiari e ben formulati. 

Perché quando sappiamo dove andare, sappiamo la direzione e il mezzo da prendere.
Per gli indecisi, come sceglierla? Sicuramente quella che ti stimola, ti emoziona che ti fa sentire quel ronzio in testa o le farfalle allo stomaco. Semplicemente quello che fa sorridere il tuo cuore.

2 - Pianifica il viaggio
Lo organizzo da solo o con un'agenzia? In macchina o aereo? Stesso discorso, organizza la tua attività.

Sono certa che avrai sentito parlare di business plan o canvas, swot analysis ecc. Ecco li trovo strumenti efficaci, a volte complessi, ma da conoscere!!!
Se vuoi una prima visione veloce, mio consiglio, un bel foglio di carta bianca, dei colori e crea una bella mappa mentale della tua attività tipo: mission, vision, target clienti, come mi presento ecc; lo trovo molto efficace come primo step. Permette di approfondire ogni aspetto, aprendolo ad albero, e iniziare strutturare un primo piano d'azione.


3 - Scegli il momento giusto... la famosa "partenza intelligente"
Attenzione ho detto il momento giusto non perfetto! Non rimanere fermo ai blocchi di partenza in attesa del momento perfetto. Informati sull'orario migliore e parti!

Torniamo al viaggio in macchina, sei partito all'orario "intelligente" eppure file, lavori in corso, incidenti li hai trovati? Nulla ti ha spostato dal raggiungere la meta! Nell'avvio attività è identico, guarda come si muove il tuo mercato di riferimento, i leader, la tua concorrenza, comprendi l'andamento (orario intelligente) e parti con il tuo piano di azione.


4 - Non dimenticare i bagagli!
Partiresti in vacanza senza la valigia? Ecco nel tuo avvio attività ricordati di prendere tutto il tuo bagaglio di esperienze e competenze. Non sai mai se ti possono servire o meno, ma meglio averle.

Quando penso a questo, mi viene in mente sempre Steve Jobs che grazie al suo corso di calligrafia all'università oggi possiamo scegliere diversi font sul pc.

5 - Concediti delle soste
Le pause sono fondamentali, come nel viaggio per ristorarti, così ti servono anche nell'attività per recuperare le energie, far il punto della situazione, verificare i risultati raggiunti e se sei sulla strada giusta o se devi correggere la rotta.

Nella tua agenda o planning le pause non possono mancare, pianificale! Che sia un'ora o una giornata intera ma a ritmo regolare.
Se non fai le pause il rischio assicurato è: di arrivare con il fiato corto o addirittura non raggiungere la meta!

6 - Rilassati e goditi il viaggio
Dopo aver speso tempo in pianificazione, studi di mercato, piani d'azione e strategie di marketing è ora di goderti il viaggio!

Come? Guarda ai risultati ottenuti, la strada già fatta, esattamente come riguardi le tue foto sullo smarthpone (il paesaggio rubato, il selfie prima della partenza, il monumento della città, ecc).
Sei fermo in "fila" e non vedi niente di bello? Ascolta buona musica e parla con gli amici, che tradotto per il tuo viaggio professionale è: tieniti sempre aggiornato con dei buoni libri, articoli, blog o video del tuo settore e non solo (ricordati il buon Steve), fai networking e le idee per ripartire non ti mancheranno.


7 - Pianifica o pensa alla prossima meta
Quante volte in vacanze stavi già pensando alla prossima destinazione da visitare? Così nella tua attività, dovrai pensare di essere sempre in viaggio verso la nuova meta che ti dà soddisfazione, ti emoziona, ti fa sognare, ti fa alzare l'asticella, ti dà lo stimolo.

La mia fortuna, grazie al mio lavoro, è provare queste cose con tante persone in campi diversi dalla startup del turismo al centro estetico, dalla home stager al futuro collega coach. Ogni volta una nuova avventura, nuovi temi da affrontare, creatività al massimo e tanto entusiasmo.

Adesso sei pronto alla tua "partenza intelligente" dell'attività. E tu segui tutti i 7 punti? Me ne vuoi suggerire un altro? Fammi sapere.


Leggi anche Imprenditori si nasce o si diventa?


Valentina Carbonera
Coaching & Formazione

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: