Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

PERSONAGGI

Abraham Maslow


Abraham Maslow (New York, 1908 - California, 1970)

Abraham Harold Maslow nasce negli Stati Uniti e più precisamente a New York nel 1908, primo di sette figli nati da una coppia di ebrei immigrati dalla Russia. I genitori nella speranza di poter offrire una vita migliore ai loro figli nella nuova terra di speranze furono molto presenti nella sue educazione e lo spinsero a completare gli studi universitari in legge. Dopo il matrimonio si trasferì in Wisconsin e qui potè liberamente studiare la psicologia. Ad un anno dalla laurea tornò a New York per lavorare con Thorndike. Lavorò a lungo nel Brooklin College dove incontrava tanti rifugiati che arrivavano dall'Europa, ciò gli garantì un costante scambio di idee con personalità differenti. Diede un grande apporto allo sviluppo della psicologia umanistica e trascorse gli ultimi anni di insegnamento in California dove morì nel 1970 per attacco cardiaco.


Abraham Maslow: la teoria dei bisogni

Abraham Maslow viene ricordato per due contributi fondamentali nella storia della psicologia: la teoria dei bisogni e il suo apporto alla psicologia umanistica. La teoria dei bisogni sostiene che alla base della motivazione umana (la spinta che condiziona scelte ed azioni) ci sono una serie di bisogni, gerarchicamente organizzati lungo una piramide, che devono essere soddisfatti. Questi bisogni sono ordinati in base alla loro 'importanza' per la sopravvivenza dell'individuo per arrivare fino alla sua soddisfazione personale Secondo Maslow non è possibile interessarsi ai bisogni siti in cima alla piramide se quelli posti alla base non sono stati soddisfatti.

Negli anni '50 giungono in America gli insegnamenti di Alfred Adler e si crea una nuova corrente psicologica che pone al centro l'autorealizzazione dell'uomo e l'espressione del suo potenziale. Maslow si inserisce all'interno di questo orientamento con la teoria dei bisogni evidenziando l'importanza dell'autorealizzazione personale come bisogno ultimo dell'individuo. La capacità di ascoltare questa spinta e di assecondarla è la chiave per la felicità: eglì parlò di psicopatologia della norma come di un disagio che colpisce individui che pur avendo soddisfatto i bisogni primari sembrano non riescono ad essere felici. L'adattamento alla società non è sufficiente, occorre ascoltare la propria natura interiore ed esprimere le sue potenzialità.


Abraham Maslow: le opere

- Motivazione e Personalità (1954)

- Verso una psicologia dell'essere (1962)

- L'unità di fatti e valori (1963)

- Psicologia della scienza (1966)

- Il bisogno di conoscere e la paura di conoscere (1968)

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy