Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

PERCHÈ AMIAMO TANTO LEGGERE L'OROSCOPO (SOPRATTUTTO SOTTO L'OMBRELLONE)

Estate tempo di svago, di vacanze e di spensieratezza… Forse anche al rientro vorremmo rimanere ancora un po’ senza pensieri, magari affidandoci ai consigli delle stelle… Sarà infatti proprio per questo che leggiamo l’oroscopo?

Sappiamo, di fondo, che non bastano le previsioni delle stelle per garantirci di sapere il corso che prenderà la nostra vita, sappiamo di vivere, oggi più che mai, in quella che Bauman ribattezzò società liquido-moderna dove non v’è alcuna certezza se non quella dell’instabilità e del continuo mutamento di contesti, relazioni, lavori…

Eppure, nonostante tutto ciò, o forse proprio per questo, non resistiamo al fascino dell’oroscopo, lo leggiamo immancabilmente ogni volta che ne abbiamo occasione e, confessiamolo, per quei pochi minuti ci piace illuderci che quello che racconta corrisponde effettivamente alla nostra personalità!

 

Perché leggiamo l’oroscopo?

Ma insomma: perché leggiamo l’oroscopo se, in fondo, sappiamo che è solo un gioco?

La psicologia lo ha spiegato da tempo: è l’effetto Forer, un meccanismo cognitivo che ci induce a riconoscerci nelle previsioni delle stelle ritenendo vere e plausibili affermazioni vaghe e generiche che in realtà si adatterebbero a chiunque (e che quindi nulla dicono di personale su di noi).

Una semplificazione della realtà che abbiamo bisogno di accettare per un po’ come vera,  magari soprattutto nei periodi di vacanza quando la nostra mente desidera essere lontana dalla complessità della vita reale

 

Leggi anche Interpretare i sogni: "Se non te lo dici, te lo sogni" >>

 

Oroscopi, test e diete miracolose…

Dall’oroscopo ai presunti “test” sulla personalità alle diete last minute: molteplici sono le suggestioni offerte dalle riviste di intrattenimento soprattutto nel periodo estivo.

Sospendere gli impegni della vita quotidiana immergerci nella lettura disimpegnata di un rotocalco illudendoci che, in fondo, sia possibile prevedere l’imprevedibile con l’aiuto delle stelle; conoscere la propria personalità rispondendo a un sedicente quiz a scelta multipla o ritrovare la forma perduta in pochi giorni…

Il “tutto e subito” e il “tutto facile” non appartiene al mondo reale per come ne facciamo esperienza quotidianamente; forse è proprio per questo che talvolta ci piace leggere l’oroscopo e prestare ascolto ad altri consigli “disimpegnati”.

 

Giocare con l’oroscopo

Dovremo forse smettere di leggere l’oroscopo e ricordarci che non si tratta di previsioni fondate? Forse… Ma perché intanto non concedersi la possibilità di giocare?

Di vagare con la mente pensando ai cambiamenti che vorremmo nella nostra vita se solo avessimo una bella bacchetta magica… Chissà che a furia di “giocare” alle infinite possibilità che ci promettono le stelle non ci venga in mente qualche nuova idea per migliorare la vita che conduciamo qui, sulla terra ferma!

In fondo l’etimologia della parola “vacanza” indica proprio quel vagare senza una meta predefinita che, a livello psicologico, rappresenta il germe del pensiero creativo

“Per quanto difficile possa essere la vita, c'è sempre qualcosa che è possibile fare. Guardate le stelle invece dei vostri piedi.”
(Stephen Hawking) 

 

Leggi anche Vacanze spirituali, perché funzionano >>

 

Foto: bborriss / 123RF Archivio Fotografico

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: