Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

RAPPORTI OCCASIONALI E SOLITUDINE

Il sesso occasionale è un antidoto contro la solitudine, oppure le avventure di una notte rischiano di aggravare un senso di vuoto già esistente? A quanto pare non c’è una risposta univoca.

Un’indagine Eurispes fornisce uno spaccato alquanto controverso dei giovani italiani. Il 44% dei neo-sposi tradisce, quasi la metà dei giovani è attratto da pratiche bdsm e sperimenta legami disimpegnati basati sul sesso occasionale o le amicizie di letto.

Il sesso occasionale è talmente diffuso da rappresentare quasi una prevedibile norma; sono i rapporti monogami e a lungo termine a sembrare ormai l’ultima frontiera della trasgressione. Ma che ripercussioni ha il sesso occasionale sulla salute psicologica? Che legame ha con vissuti di vuoto e solitudine?

 

Sesso occasionale e sicurezza

Una gran parte degli studi scientifici sul sesso occasionale nei giovani si è concentrato sui rischi connessi alle malattie sessualmente trasmissibili rilevando quanto questi incontri disimpegnati siano pericolosamente associati ancora a una grossa disattenzione e disinformazione riguardo all’uso di metodi contraccettivi.

Sesso occasionale non è sempre sinonimo di sesso sicuro dunque, gli ultimi dati allarmanti arrivano dalla stessa indagine di Eurispes: un quarto degli omosessuali intervistati dichiara di non utilizzare alcun metodo contraccettivo. Eppure è proprio di questi giorni la notizia che lAIDS sarebbe tutt’altro che in declino fra le popolazioni occidentali. Non sono solo le eventuali gravidanze indesiderate quindi a dover preoccupare chi pratica sesso occasionale.

Una quota di studi si è anche incentrata sulle associazioni tra sesso occasionale, salute o disagio psicologico, sentimenti di vuoto, solitudine o depressione. Ne emerge uno scenario piuttosto variegato.

 

Sesso occasionale e differenze di genere

Sebbene, come si è detto, il sesso occasionale rappresenti orami la norma piuttosto che l’eccezione, permangono, nei due sessi, alcune differenze relative ad atteggiamenti di genere culturalmente ancora diffusi.

Sebbene alcune ricerche non rilevino una differenza significativa nella predisposizione al sesso occasionale fra ragazzi e ragazze, a fare la differenza sarebbe però l’atteggiamento del “giorno dopo”. I ragazzi si dichiarerebbero più spesso soddisfatti dell’avventura della notte precedente, mentre una percentuale maggiore di ragazze riferirebbe vissuti negativi relativi a colpa, senso di essere state usate, pentimento.

Parte di questi vissuti sarebbero influenzati da modelli culturali ancora piuttosto diffusi in base ai quali sarebbe deprecabile una condotta sessuale leggera e disimpegnata per una ragazza mentre la stessa verrebbe più facilmente approvata socialmente per un ragazzo.

Le ragazze, inoltre, si rivelerebbero comunque culturalmente più predisposte a inquadrare la sessualità entro relazioni emotivamente intime o significative piuttosto che renderla un mero strumento di piacere o svago (Schützwohl, 2009; Woerner e Abbey, 2017; Campbel, 2018).

Tutte questioni che insomma sembrano poter fare la differenza non tanto nella frequenza con cui ragazzi e ragazze avrebbero rapporti casuali (su questo alcuni studi non concordano), ma nell’atteggiamento provato a posteriori.

Le ragazze d’altro canto sembrerebbero essere più selettive anche nella scelta di partner occasionali (punterebbero solo a soggetti molto attraenti) rispetto a quanto non dichiarino di fare i ragazzi.

Un altro studio suggerisce, infine, un punto di vista più “ottimista” e cioè che il sesso occasionale possa rappresentare, per i giovani, un modo per sperimentarsi, conoscersi e capire con quali tipi di persone si ha maggiore affinità. Tutti elementi che tornerebbero utili ai fini di un futuro rapporto monogamo a lungo termine (Sizemore KM, Olmstead SB, 2017).

 

Sesso occasionale, depressione e solitudine

Un altro aspetto, indagato da questi studi, quello connesso alla salute psicologica. Ci si è chiesti, in sostanza, se e come il sesso occasionale fosse correlato in qualche modo a stati psicopatologici come ansia, depressione o tentativi di suicidio (Dubé et al., 2017; Bersamin et al., 2014).

Il fatto che si sia rilevata in alcuni casi una connessione significativa non basta però a concludere che le pratiche sessuali più disimpegnate siano causa di disagio psichico. Anzi, potrebbe valere l’esatto contrario e cioè che il sesso occasionale – al pari di altri comportamenti come bere, mangiare o fare shopping – sia piuttosto una conseguenza.

Può rappresentare infatti uno dei modi mediante i quali alcune persone cercano impulsivamente sollievo da solitudine, vuoto esistenziale, ansia. Potrebbero essere questi probabilmente i casi associati più frequentemente a condotte a rischio come mancato utilizzo del preservativo, o modalità di incontro che possono mettere a rischio l’incolumità personale.

Come ogni altra condotta, anche il sesso può essere utilizzato come ansiolitico, come distrazione, come riempitivo rispetto a vissuti di angoscia esistenziale.

In questi casi il sesso occasionale diventa la spia di un disturbo psicologico ma non perché in sé per sé esso rappresenti un necessariamente un problema, ma per i fini (spesso del tutto inconsapevoli) con cui viene utilizzato.

 

Bibliografia

Campbell A. The Morning after the Night Before : Affective Reactions to One-Night Stands among Mated and Unmated Women and Men. Hum Nat. 2008 Jun;19(2):157-73.

Dubé S, Lavoie F, Blais M, Hébert M. Consequences of Casual Sex Relationships and Experiences on Adolescents' Psychological Well-Being: A Prospective Study. J Sex Res. 2017 Oct;54(8):1006-1017.

Bersamin MM et al. Risky Business: Is There an Association between Casual Sex and Mental Health among Emerging Adults? J Sex Res. 2014;51(1):43-51.

Sizemore KM, Olmstead SB. Willingness to Engage in Consensual Nonmonogamy Among Emerging Adults: A Structural Equation Analysis of Sexual Identity, Casual Sex Attitudes, and Gender. J Sex Res. 2017 Nov-Dec;54(9):1106-1117.

Schützwohl A et al. How willing are you to accept sexual requests from slightly unat-tractive to exceptionally attractive imagined requestors? Human Nature. 2009. DOI 10.1007/s12110-009-9067-3

Woerner J, Abbey A. Positive Feelings After Casual Sex: The Role of Gender and Traditional Gender-Role Beliefs. J Sex Res. 2017 Jul-Aug;54(6):717-727.

 

Leggi anche Misoginia e seduzione >>

 

Foto: kzenon / 123rf.com

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: