Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
Dipendenze

Dipendenza eccessiva da internet sarà considerata malattia mentale

02/10/2012 | Fonte: Wall Street Italia

La dipendenza eccessiva da Internet si appresta a entrare nei manuali psichiatrici di tutto il mondo, e a essere classificata come vera e propria malattia mentale. Di fatto, stando a quanto riporta Reuters, l'enciclopedia internazionale sulla salute mentale "Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders (DSM-IV) includerà nella sua prossima edizione - prevista per il maggio del 2013 -l'"Internet-use disorder" come una condizione "su cui si raccomanda uno studio ulteriore". Gli esperti ritengono che la dipendenza da Internet debba essere considerata alla stregua di una qualsiasi altra dipendenza, visto che i sintomi con cui essa si manifesta sono gli stessi: chiusura emotiva e mancanza di concentrazione, per citarne solo alcuni. Soggetti particolarmente a rischio sono i bambini. Il quotidiano Sydney Morning Herald riporta intanto che alcuni genitori hanno notato l'insorgere di episodi di violenza nei figli, nel momento in cui i computer sono stati loro vietati. L'Australia è stato uno dei primi paesi a riconoscere il problema e a offrire servizi di assistenza, con cliniche specializzate volte a curare il problema della dipendenza dai videogiochi. Gli avvertimenti sulle conseguenze pericolose dell'utilizzo eccessivo di Internet non sono certo cosa nuova. Né rari sono gli episodi che hanno fatto scattare negli ultimi anni diversi allarmi. Nel 2009, il 17enne americano Daniel Petric, dell'Ohio, Usa, uccise con un'arma da fuoco sua madre e ferì il padre dopo che i genitori gli vietarono l'uso del videogame Halo3, ritenendo che il ragazzo trascorresse troppo tempo alla consolle. Chris Staniforth, 20 anni, morì dopo aver giocato con il proprio Xbox per 12 ore nel 2011. E un altro ragazzo morì a Taiwan l'anno dopo, dopo aver giocato in un Internet cafè per 12 ore di fila.

 


la notizia in rete »