Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

VINCERE LA PAURA DEL FUTURO

In questo periodo in tanti vivono in un costante stato di incertezza. Il dubbio scatena la paura e il futuro, oggi, è tra gli argomenti più fumosi. Le emozioni sono un filtro attraverso cui osservare la realtà e la paura può innescare un circolo vizioso e patologico. Per sconfiggere questo stato emotivo si può ricominciare ad apprezzare il presente: vediamo come

La paura del futuro di questi tempi è un’emozione diffusa. La precarietà del lavoro e delle risorse finanziare, unita all’incertezza delle manovre per contenere la crisi fomentano questo stato emotivo con forti conseguenze sul piano psicologico. Combattere e contenere gli effetti della paura (e quindi conoscerla) è uno degli strumenti utili per affrontare ciò che ci riserva il futuro.

 

Cos’è la paura del futuro

La paura è una delle emozioni primarie, cioè una risposta presente negli esseri umani a livello mondiale e fin dalle prime ore dalla nascita. Quando un pericolo minaccia la nostra integrità o tranquillità ecco che subentra la paura: una reazione istintiva che ha come finalità assicurare la sopravvivenza dell’individuo. Non ci sono solo pericoli concreti tra le minacce più pericolose: la paura può avere radici psicologiche profonde che affiorano da racconti, situazioni o notizie spiacevoli. La paura del futuro in questo periodo nasce proprio dalle notizie incerte e poco rassicuranti su cosa ci aspetta nei prossimi anni. Nell’ultimo periodo ogni Capodanno è stato segnato da una sola certezza: l’anno successivo sarà peggiore del precedente.

 

Le conseguenze della paura del futuro

La paura innesca un meccanismo che nei casi peggiori diventa un circuito che si autoalimenta peggiorando sempre più. Le emozioni diventano un filtro attraverso cui osservare e giudicare la realtà. La paura quindi ci fa pensare, vivere e agire in modo impaurito, selezionando e mettendo in primo piano tutte le possibili minacce che ci circondano. La paura nasce dal dubbio che qualcosa sia dannoso e la paura del futuro si alimenta proprio di questa incertezza. La conseguenza più nefasta di questo stato è che questo atteggiamento si tramuti in una condizione patologica. I comportamenti associati a questo stato sono per lo più l’evitamento delle situazioni temute alimentando al contempo un persistente stato d’ansia. La paura patologica si tramuta in disturbi dell’umore e in attacchi di panico, condizioni patologiche da cui è difficile guarire.

 

Come affrontare la paura del futuro

Come affrontare la pura del futuro per vivere meglio e scongiurare una possibile patologia? Di sicuro il primo passo è quello di riconoscere il proprio stato emotivo e la gravità del quadro. Condividere questi sentimenti (che probabilmente sono più diffusi di quanto non si creda) può essere d’aiuto. In ogni caso occorre darsi del tempo per elaborare quanto sta accadendo e non pensare che la paura possa scomparire in un secondo. Culturalmente siamo predisposti a pensare sempre al futuro, ma se proviamo a rallentare e a goderci anche il presente, è possibile ritrovare la serenità del momento che permette di superare il futuro oscuro.

 

Fonte immagine: Evelyn simak

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: