Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

IL 31 MAGGIO PENSA A COME SMETTERE DI FUMARE

Il 31 Maggio è il giorno giusto per smettere di fumare, ma come? Possibile che un oggetto tanto piccolo abbia tanto potere su di noi? Vediamo qualche percorso psicologico per smettere di fumare

Il 31 Maggio è il giorno in cui dire “No al Tabacco”: una giornata durante la quale tornare a riflettere sui danni a breve e a lungo termine causati dal tabacco, sul perché dovremmo smettere per proteggere le future generazioni dai danni alla loro salute.

Gli stati membri dell’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno scelto questo giorno perché nel 1987 si riunirono per la prima volta per discutere del tabacco come di un’epidemia e per pensare a delle soluzioni utili al problema.

 

Il fascino psicologico della sigaretta

La nicotina è una sostanza che agisce fisicamente sul nostro corpo causando i sintomi della dipendenza, ma nella sigaretta c’è qualcosa di più.

Per anni il cinema stesso lo ha consacrato come oggetto legato al fascino e al mistero di molte celebrità e oggi, pur conoscendo bene i rischi ad essa associati, si fatica a non subirlo ancora. La dipendenza fisica ha un suo corrispettivo psicologico ed insieme si autoalimentano.

L’università della Florida del Sud ha coinvolto 132 fumatori dividendoli in due gruppi; entrambi assistevano a filmati che li attivavano emotivamente, metà di loro dopo potevano fumare e a tutti al termine veniva chiesto di svolgere un compito frustrante.

Chi fumava aveva prestazioni migliori perché dimostrava di aver recuperato meglio e più in fretta il controllo di sé e della situazione: fumare sembra quindi essere una strategia funzionale nel qui e ora per recuperare la calma e la consapevolezza di sé, ma con dei costi futuri.

 

Dipendenza da fumo: perché è così difficile smettere di fumare?

 

Smettere di fumare! Ma come?

La psicologia offre delle strategie per smettere di fumare, come ad esempio l’ipnosi.

La tecnica ipnotica è uno strumento che offre supporto e sostiene la motivazione ad un percorso che sarà caratterizzato da ripensamenti e momenti difficili.

L’ipnosi accompagna la terapia cognitivo - comportamentale che analizza contemporaneamente i pensieri e i comportamenti legati all’uso del tabacco. Su quali aspetti lavora questa terapia?

  1. Valutazione dei benefici e dei rischi legati all’uso della nicotina perché si sviluppi dentro di lui la motivazione necessaria ad intraprendere un percorso difficile e prenda consapevolezza della possibilità di riuscita.
  2. Attivazione delle risorse sociali che facciano da supporto. Comunicare la propria intenzione e chiedere aiuto alle persone care rende più forti nel mantenimento del proposito.
  3. Prendere coscienza dei momenti topici in cui si sente il desiderio di fumare, magari redigendo un diario.
  4. Cercare di eliminare le situazioni che scatenano il desiderio, magari ritardando la decisone di fumare o sostituendo il rituale.
  5. Non pensare di eliminare la voglia di fumare, ma gestire il desiderio attraverso nuove attività o con esercizi di rilassamento che gli permettano di maneggiare il desiderio.

 

Per smettere di fumare prova anche la meditazione

 

Per approfondire:
> Vai al sito inglese della Giornata mondiale senza tabacco

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: