Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

DIFFICOLTÀ A LAVORO, È A CAUSA DELLA MIA SCARSA AUTOSTIMA?

Inserita da anonimo in Autostima 1 risposte.

Salve, vi scrivo perchè sono tre anni che passo da un lavoro all'altro senza ottenere un contratto più lungo di 6 mesi e con una frustrazione sempre maggiore. Ho fatto un'autoanalisi e la spiegazione che mi sono data è che ho difficoltà a relazionarmi e a interagire sul posto di lavoro. Riesco sempre a superare le selezioni e i colloqui senza molte difficoltà, un po' per la mia preparazione e un po' grazie al fatto che per poche ore (è brutto a dirsi però) riesco a "indossare una maschera" che mi fa apparire sicura di me, interessante e simpatica. Poi i veri problemi insorgono quando inizio a lavorare... L'approccio che ho con i colleghi è troppo remissivo, disponibile... mi metto in secondo piano e non sono capace di mostrare sicurezza nel presentare i miei progetti... è molto frustrante perchè sono consapevole che è un approccio sbagliato, ma non riesco a fare diversamente. Poi non riesco a instaurare un approccio empatico con i colleghi, ne tanto meno con il mio superiore, dove praticamente in tutte le mie esperienze ho quasi timore a parlare di qualcosa che non sia inerente il lavoro. Il risultato è che spesso il responsabile non si interfaccia direttamente con me, ma usa degli intermediari che gli stanno più vicino. Nel mio ultimo impiego il mio superiore mi ha esplicitamente detto che devo cercare di essere più sicura, ma non so da dove iniziare e tutte queste sconfitte lavorative accrescono in me un pessimismo per il futuro. Un pessimismo che prima non avevo mai avuto durante la mia carriera universitaria. Da dove devo iniziare per migliorare? Mi è stato detto che può dipendere da una scarsa autostima. Grazie fin da ora per il tempo dedicatomi, buona giornata.

Fai il login o registrati per lasciare una risposta.