Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
Incontri Darfo Boario Terme, Brescia

CHE GENITORE SONO? STILI GENITORIALI A CONFRONTO. ERRORI DA NON RIPETERE

Il 09/06/2014

Indirizzo: Via ex Internati, 3 - Loc. Bessimo

Email contatto: info@mediareperlafamiglia.it

Di CINZIA ARDIGO', SUPERVISOR COUNSELOR - MEDIATRICE FAMILIARE E RELAZIONALE - COUNSELOR UMANISTICO INTEGRATO - FORMATORE, FACILITATORE E CONDUTTORE DI GRUPPI - COORDINATORE GENITORIALE in Figli e genitorialità

Costo: € 10,00

Allegato: foto.JPG

Date e orari

9 giugno alle 20.30

A chi si rivolge

Genitori, adulti.

Insegnanti e relatori

dott.sa Cinzia Ardigò mediatrice familiare e relazionale- counselor-formatore, facilitatore e conduttore di gruppi

Descrizione e Programma

Lo stile genitoriale è la modalità prevalente con cui ci si relaziona con il proprio figlio/a. Esso dipende : dallo stile genitoriale dei propri genitori, dalle esperienze avute con altre figure di riferimento,  dalle decisioni che ognuno prende a partire dalle proprie esperienze,  dal contesto, le ideologie, le preferenze culturali, i fattori abitativi e socio economici. Lo stile genitoriale può esser influenzato da cambiamenti in base: all’età del figlio (in adolescenza può aumentare o diminuire il controllo), alle transizioni familiari (la nascita di un secondo figlio può modificare uno stile condotto fino ad allora), agli eventi (nel caso di un lutto, di una separazione, di una malattia, la perdita del lavoro,  si può tendere a modificare il proprio stile), dal sistema parentale che interviene nel modello educativo della neo coppia con figli (presenza o assenza dei nonni; confini/limiti con le famiglie di origine, poter o non poter contare su aiuti, sostegni  etc). Comprende diversi modi di comunicare nelle molteplici situazioni quotidiane ma non tutti i modi sono efficaci e soddisfacenti. Quando trascurati, fuori dal nostro controllo, dalla nostra capacità riflessiva  di riconoscerli, divengono rigidi automatismi e giorno dopo giorno,  possono trasformarsi in problemi, disagi, difficoltà relazionali più consistenti sia per i genitori che per i figli.