Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

PERCHÈ UN RESIDENZIALE DI 5 GIORNI

Decidere di lavorare su se stessi richiede grande forza e tanta costanza. L’obiettivo principale del Residenziale è creare una condizione simulata di vita sociale dove sono proposte abitudini nuove, costruttive, alternative a quella che è la vita di tutti i giorni.

Quando una persona decide di lavorare su se stessa è sempre un momento speciale e per renderlo ancora più speciale serve una grande forza e tanta costanza.

La costanza porta i risultati. Alcuni pensano che il cambiamento avvenga solo per illuminazione o per azione energica ed evidente. Invece i veri cambiamenti avvengono con un’azione costante inesorabile e mirata.

Una volta compresa la linea da seguire serve mantenere il focus. Mantenere il focus è una delle cose più difficili da fare perché le distrazioni della vita quotidiana sono innumerevoli.

Alcuni schemi si ripresentano costantemente e alcune fasi di questi momenti sono completamente inconsapevoli. Riuscire a mantenere l’attenzione su se stessi e sui propri obiettivi è una cosa molto difficile.

Diamo importanza a cose che non ne hanno e disperdiamo energie nel mantenere abitudini distruttive o comunque limitanti per la nostra crescita. Ecco che nasce il concetto del Residenziale 5, dei 5 giorni insieme, dell’impegno costante per un tempo prolungato.

L’obiettivo principale del Residenziale è creare una condizione simulata di vita sociale dove sono proposte abitudini nuove, costruttive, alternative a quella che è la vita di tutti i giorni.

Mantenere per 5 giorni uno stile di vita alternativo porta il sistema a riprogrammare alcune dinamiche profonde. Inoltre si porta la persona a distorcere il tempo, infatti, la persona non si rende conto di che ore sono, di che giorno è e tutto il resto.

Dopo due giorni la persona ha la sensazione che sia passato almeno il doppio dei giorni e questa distorsione della realtà porta l’individuo a ristrutturare le sue credenze e le sue abitudini come se fosse un lavoro che strafacendo da molto più tempo.

Una nuova abitudine richiede circa venti giorni, un mese, prima di diventare strutturata ma in una situazione come il residenziale anche se sono semplicemente 5 giorni si possono percepire come 20.

La cosa bella del residenziale 5 è il fatto che si lavora in parallelo su tutte le cose importanti da prendere in considerazione per fare un buon lavoro su se stessi: il corpo e il movimento, il respiro, l’alimentazione, le dinamiche mentali, il sonno, le emozioni, il copione personale e molto altro ancora.

Venire al residenziale è come fare il tagliando della nostra vettura e farla diventare come nuova. Ma come nella macchina, la manutenzione deve essere continua e tutti i nostri viaggi andranno bene.

Nei 5 giorni abbiamo la possibilità di staccare momentaneamente da tutto, dai ritmi della nostra vita e ci possiamo concentrare solo su noi stessi e di conseguenza dare tutto il nostro impegno ai nostri gesti e ai lavori che si fanno, a stare completamente nel qui e ora e imprimere profondamente ogni azione quotidiana. In poche parole una full immersion in se stessi

La percezione che ha la persona è di vivere una vita diversa per 5 giorni, pensare di essere una persona diversa, avere capacità che prima erano sconosciute, credere che tutto sia possibile ma soprattutto che tutto quello che si fa nel residenziale si può portare nella vita quotidiana.

Inoltre una cosa molto importante è il livello di profondità cui si può arrivare in 5 giorni. In altre circostanze il lavoro deve essere graduale perché la persona ha una vita e deve mantenere un certo livello di equilibrio e di gestione delle sue cose.

Un carico emotivo stressante potrebbe dare fastidio alla persona nella gestione delle sue cose. In una circostanza come il residenziale è possibile arrivare a distruggere il vecchio, elaborare le informazioni, lasciare andare i pesi, e rinascere a nuova vita… in 5 giorni è possibile.

La cosa davvero importante è avere il coraggio di fare il passo verso se stessi.

 

Leggi anche Attitudini al cambiamento >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: